Connect with us
 

Rugby

Italrugby, contro l’Inghilterra arriva la 21a sconfitta di fila

Italrugby, contro l’Inghilterra arriva la 21a sconfitta di fila

Nel quarto turno del Guinness Sei Nazioni 2019 l’Inghilterra ha superato 57-14 l’Italia a Twickenham. Per gli Azzurri è la 21a sconfitta di fila. Numeri che confermano la profonda crisi dell’Italrugby.

Match molto duro sul piano fisico come sottolineato da Conor O’Shea durante la conferenza stampa post partita: “Non abbiamo mai alzato bandiera bianca. L’Inghilterra è una squadra molto fisica, la migliore del torneo per me. Abbiamo sbagliato tanti placcaggi, è inutile negarlo. In seguito ai vari infortuni abbiamo dovuto cambiare lo schieramento in campo. Non è una scusante, è un dato di fatto. Sicuramente l’Inghilterra ha giocato una partita di altissimo livello e ha meritato di vincere”

“Preferisco parlare di cose che possiamo migliorare. In alcune situazioni siamo stati troppo leggeri. Probabilmente questo è stato l’impegno più duro in questo Sei Nazioni. Testa alla prossima sfida e a ripartire meglio di prima”.

“Gli infortuni sono una parte dello sport anche se non piacevole. Castello e Campagnaro sono usciti anticipatamente e non saranno a disposizione per la prossima partita. Nelle prossime settimane sapremo di più sulle loro condizioni” ha concluso O’Shea.

“Fisicamente sono stati dominanti – ha esordito Sergio Parisse – hanno giocatori come Tuilagi che fanno la differenza. Sapevamo che sarebbe stata molto dura. Non possiamo soffermarci sulle due mete che abbiamo regalato, va dato atto che l’Inghilterra si è mostrata una grandissima squadra. Dispiace anche vedere giocatori infortunati nello spogliatoio ma fa parte del gioco e della vita di noi atleti e non possiamo fare altro che accettarlo. Per quanto riguarda le mie condizioni fisiche, l’esperienza mi ha consigliato di uscire dal campo e non forzare per evitare il rischio di avere un infortunio più serio. Credo di essermi fermato al momento giusto e nella prossima settimana potrò avere un quadro della situazione più chiaro”.

“Contro la Francia al momento abbiamo il vantaggio di un giorno in più di riposo. Da domani inizieremo a preparare al meglio il prossimo incontro” ha concluso il capitano Azzurro.

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby