Entra in contatto:

Rugby

Le Zebre cedono nel finale, i Bristol Bears passano al Lanfranchi 34-11

Le Zebre cedono nel finale, i Bristol Bears passano al Lanfranchi 34-11

Tre mete dei Bristol Bears negli ultimi 6 minuti rendono eccessivamente amaro il punteggio di una sfida che ha visto le Zebre condurre la gara fino al 68’. Gli Italiani si sciolgono nel finale, dopo un buon primo tempo chiuso sul 6-0.

La cronaca: due falli in avvio di partita contro le Zebre che soffrono la pressione offensiva dei Bristol Bears. La difesa italiana è coriacea e guadagna due penalità consecutive, l’ultima delle quali convertita all’8’ dalla piazzola dall’ex di turno Tiff Eden.

Partita che non decolla e che vede diversi errori e calci di punizione da entrambe le parti. I padroni di casa costruiscono un paio di occasioni pericolose e sfiorano la meta a largo al 16’ con Pierre Bruno. Gli Inglesi non si fanno sorprendere ma continuano ad essere indisciplinati. Al sesto fallo commesso, vengono puniti da Tiff Eden che aggiunge altri 3 punti dalla piazzola, fissando il parziale sul 6-0 quando siamo al 25’.
Nel finale del primo tempo gli ospiti crescono e si ripresentano nei 5 metri offensivi, ma Lucchin e compagni fanno buona guardia in rimessa laterale e chiudono la prima frazione in attacco e in vantaggio.

Proprio come a inizio partita, la ripresa comincia con due falli commessi dalle Zebre che al 44’ subiscono la meta di Thacker. Sheedy sbaglia la trasformazione e il XV del Nord Ovest rimane in vantaggio nel parziale di gara.

I Bristol Bears alzano il ritmo e si rendono pericolosi col bel break di Radradra. La difesa dei padroni di casa regge fino al 53’ quando arriva la meta a largo del n° 12 Ioan Lloyd. Sheedy sbaglia il piazzato, ma gli Inglesi ora conducono la gara sul 10-6.
Nel momento di maggior difficoltà arriva la reazione delle Zebre! Capitan Lucchin suona la carica e mette i suoi sul piede avanzante. L’ovale arriva a largo nelle mani di Gesi che al 61’ firma il controsorpasso dei gialloblù. Eden non completa il gioco da 7 punti, ma il XV di coach Roselli si porta sul 11-10.

Il vantaggio è momentaneo: al 68’ i Bristol Bears si ripresentano nei 5 metri e vanno nuovamente a segno da touche col n° 2 Thacker. Sheedy questa volta centra i pali e fissa lo score sul 11-17.
Nel finale di gara cresce l’indisciplina delle Zebre. Ne approfittano gli ospiti che tra il 74’ e l’80’ confezionano tre marcature in rapida sequenza a partita oramai conclusa. Il terzo turno di Challenge Cup si chiude su un amaro e in parte bugiardo 34-11 a favore dei Bristol Bears.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma lunedì 16 gennaio aprendo la settimana di allenamenti in vista del 4° turno di EPCR Challenge Cup, in programma venerdì 20 gennaio allo Stade Mayol di Tolone contro i Francesi dell’RC Toulon.

 

Zebre Parma – Bristol Bears 11-34 (pt 6-0)
Marcatori: 8’ cp Eden (3-0), 25’ cp Eden (6-0); s.t. 44’ m. Thacker (6-5), 53’ m. Lloyd (6-10), 61’ m. Gesi (11-10), 68’ m. Thacker tr Sheedy (11-17), 74’ m. Harding tr Sheedy (11-24), 78’ M. Thacker (11-29), 80’ m. Bradbury (11-34)

Zebre Parma: Trulla (57’ Prisciantelli), Bruno, Boni (60’ Cronjé), Lucchin (Cap), Gesi, Eden, Fusco (76’ Jelic), Ruggeri, Kvesic (69’ Licata), Volpi, Zambonin, Furno (66’ Venditti), Nocera (69’ Hasa), Bigi (60’ Manfredi), Buonfiglio (69’ Rizzoli); All. Roselli
Bristol Bears: Purdy, Fricker (40’ Williams), Radradra (43’ Bates), Lloyd, Naulago, Sheedy, Randall (76’ Uren), Harding, Heenan (57’ Batley), Bradbury, Vui, Joyce (75’ Thomas D.), Sinckler (63’ Lahiff), Thacker (80’ Davies), Genge (Cap) (77’ Thomas Y.); All. Lam
Arbitro: Luc Ramos (Fédération Française de Rugby)
Assistenti: Evan Urruzmendi (Fédération Française de Rugby) e Christian Coussan (Fédération Française de Rugby)
TMO: Patrick Dellac (Fédération Française de Rugby)
Calciatori: Tiff Eden (Zebre Parma) 2/4; Callum Sheedy (Bristol Bears) 2/6
Cartellini: 73’ cartellino giallo a Luca Rizzoli (Zebre Parma)
Player of the match: Harry Randall (Bristol Bears)
Punti in classifica: Zebre Parma 0, Bristol Bears 5
Note: Cielo coperto. Temperatura 5°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 1.700.

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby

© RIPRODUZIONE RISERVATA