Entra in contatto:

Rugby

Le Zebre incontrano la città e rinforzano il legame col territorio

Le Zebre incontrano la città e rinforzano il legame col territorio

A poco meno di due giorni dal calcio di inizio del prestigioso torneo internazionale United Rugby Championship, una delegazione atleti, tecnici e dirigenti di Zebre Rugby Club composta dal presidente Michele Dalai, l’amministratore delegato Carlo Checchinato, il capo allenatore Michael Bradley ed alcuni giocatori tra cui i leader della squadra Tommaso Castello e Maxime Mbandà ha incontrato il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il vicesindaco Marco Bosi, l’assessore al Turismo Cristiano Casa e il delegato allo Sport Stefano Manuto.

La visita ha avuto luogo negli spazi dell’Agorà della rassegna Settembre Gastronomico, l’evento corale che celebra l’identità gastronomica di Parma, raccontandone i prodotti d’eccellenza in un programma ricco di talk show, esibizioni e momenti di spettacolo.

In vista della sfida inaugurale con i Sudafricani Lions, in programma venerdì 24 settembre allo Stadio Lanfranchi di Parma alle ore 18:35, i vertici della franchigia della Federazione Italiana Rugby hanno voluto rinnovare il loro legame con la città ducale, la sua comunità e il suo territorio che ospitano e sostengono il club.

Il dibattito della serata, moderato dal responsabile dell’area comunicazione della Federazione Italiana Rugby Andrea Cimbrico, ha altresì offerto ai rappresentanti del Comune l’occasione per ricordare il valore del brand Zebre quale veicolo di promozione del nome e delle eccellenze di Parma in Italia e nel mondo in occasione delle prestigiose sfide dei multicolor nei due tornei internazionali United Rugby Championship ed EPCR Challenge Cup contro le migliori formazione d’Europa, Regno Unito e Sudafrica.

Un incontro augurale che si colloca sulla scia del dialogo propositivo che Zebre Rugby Club e Comune di Parma hanno avviato nel 2012, anno di fondazione della franchigia federale, e che entrambe le realtà intendono rafforzare ulteriormente in questo nuovo inizio di stagione.

Le dichiarazioni del presidente di Zebre Rugby Club Michele Dalai: “Fin dal primo giorno del mio incarico ho ripetuto che il rapporto con il territorio e la città di Parma andava ribaltato e impostato sulla restituzione di valore. Non chiedere ma dare, sempre di più. Questo incontro per noi è molto gratificante, ci avvicina alle istituzioni di una città che siamo fieri di rappresentare e portare in Europa e nel mondo. Non solo sulla maglia, perché la nostra intenzione è quella di essere ambasciatori della qualità di queste terre, di raccontare al mondo la bellezza e la ricchezza di questi luoghi. Siamo la franchigia del Nord-Ovest ma siamo anche e soprattutto una squadra che gioca a Parma, il cui prodotto è il rugby e il cui strumento di lavoro è l’orgoglio e la professionalità. Sentiamo molto questa responsabilità e la onoreremo al meglio”.

Le parole del Vicesindaco di Parma e assessore allo Sport Marco Bosi: “Lo sport è un grande veicolo di promozione del territorio e questa collaborazione si inserisce perfettamente in una più ampia strategia che ha visto il nome di Parma uscire dai confini nazionali attraverso squadre di rilievo europeo come il Parma Baseball ed eventi di carattere mondiale come il recente ATP e WTA 250 di tennis. Le Zebre sono l’unico club che svolge permanentemente una competizione europea di uno sport che è tra i più seguiti in paesi quali la Francia e il Regno Unito. Il recente rinnovamento societario ha voluto condividere con noi un maggiore impegno in tal senso, al fine di legarsi in modo più profondo e radicato alla città di Parma e diventarne testimonial a 360 gradi, di questo voglio ringraziarli in maniera sincera. L’auspicio è che sia un anno ricco di soddisfazioni sul campo, perché ovviamente le vittorie aiutano attraverso l’entusiasmo ad avvicinare i parmigiani alla squadra, ma anche a rendere più forte il brand “Zebre Parma” fuori dai confini nazionali”.

Anche l’Assessore al Turismo del Comune di Parma Cristiano Casa è convinto che il rugby possa essere un’originale leva di promozione territoriale: “Lo United Rugby Championship è una competizione che riunisce 16 club in rappresentanza di Paesi come l’Irlanda, la Scozia, il Galles, il Sudafrica e l’Italia: milioni di utenti, tra tv, smartphone e altri device, potranno vedere la P del designer Erik Spiekermann sulla maglia di gioco delle Zebre. Un logo che può essere associato sia all’identità food di Parma, pensando al titolo di Parma Città Creativa UNESCO della Gastronomia, sia alla cultura, perché sinonimo di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21. Ecco quindi che un importante patrimonio sportivo della nostra città, come la franchigia delle Zebre, può diventare un efficace ambasciatore dell’eccellenza e dell’unicità del territorio parmense. Dobbiamo sempre più ragionare in una logica di network e sistema: come Istituzione, abbiamo il dovere di dialogare e coinvolgere tutte le realtà, sportive, culturali e imprenditoriali, che costituiscono un vanto cittadino, con l’obiettivo di offrire a chi arriva un’esperienza indimenticabile e completa sotto tutti i punti di vista“.

(Nella foto da sx il vicesindaco Marco Bosi, il sindaco Federico Pizzarotti, l’assessore al Turismo Cristiano Casa, il Presidente delle Zebre Michele Dalai e l’amministratore delegato della franchigia federale Carlo Checchinato)

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby