Entra in contatto:

Rugby

L’Hbs Colorno sfata il tabù Piacenza, Lyons battuti 24-16

L’Hbs Colorno sfata il tabù Piacenza, Lyons battuti 24-16

Parte con una vittoria il cammino dell’HBS Colorno nel Peroni Top10 2022/23, un combattuto16-24 col quale gli uomini di Umberto Casellato espugnano il Beltrametti di Piacenza, interrompendo una striscia negativa che durava dal 2013.

Tra le mura amiche sono i padroni di casa a marcare per primi, con un piazzato di Ledesma da posizione favorevole (3-0). La risposta dei Biancorossi arriva tempestiva, sempre dalla piazzola, con Ceballos che in pochi minuti centra due volte i pali per il provvisorio 3-6. Fin dalle prime battute in campo c’è tanto nervosismo, con le due squadre che si scambiano svariati falli e le mischie che la fanno da padrone. L’unico acuto di tutto il primo tempo arriva sulla corsia di sinistra colornese, quando Angelo Leaupepe, liberato al largo dopo un carretto avanzante di 35 metri, va a depositare in meta. Ceballos, dopo 12 centri consecutivi, manca il bersaglio e si va negli spogliatoi col parziale di 3-11.

La ripresa si apre sulla falsa riga del primo tempo, con Ledesma che chiama e Ceballos che risponde presente (6-14). Il copione non cambia, col numero dei falli che da entrambe la parti sale senza sosta, portando il direttore di gara a sventolare 4 gialli in totale. Nel gioco rotto emerge il carattere dei Lyons, che al 50’ si rifanno sotto con la meta dell’ex Luca Buondonno, da maul avanzante (11-14). Colorno non ci sta e, messa alle corde dall’uomo in meno, reagisce da grande squadra, affidandosi ancora al piede di Ceballos (11-17), prima di chiudersi in trincea e respingere uno dopo l’altro gli attacchi piacentini. L’episodio chiave arriva al 77’, quando una rolling maul di 50 metri permette ai Colornesi di chiudere i conti con la meta di punizione (11-24). A nulla serve la marcatura conclusiva di capitan Bruno, se non a ritoccare il punteggio, un 16-24 con cui va in archivio il primo derby del 2022/23.

“Abbiamo portato a casa la vittoria nonostante una partita difficile e nervosa — commenta a fine partita il capitano biancorosso Oliviero Fabiani —. Siamo stati troppo indisciplinati nel secondo tempo ma c’è stata la reazione della squadra negli ultimi minuti, abbiamo segnato la meta della vittoria da drive partendo partendo da metà campo in seguito a una ottima difesa sulla nostra linea. Felici di aver vinto in un campo difficile come Piacenza ma consapevoli ci sia ancora tanto da lavorare”.

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby

© RIPRODUZIONE RISERVATA