Entra in contatto:

Rugby

Lo staff della Nazionale in visita al Rugby Colorno

Lo staff della Nazionale in visita al Rugby Colorno

Nella giornata di ieri l’intero staff della Nazionale Italiana Rugby ha fatto visita agli impianti del Rugby Colorno, assistendo dalla tribuna dell’HBS Rugby Stadium all’allenamento della prima squadra presieduto dall’head coach Biancorosso Umberto Casellato e dai suoi assistenti Filippo Frati e Cristian Prestera.

Una visita graditissima, che ha visto protagonisti l’Head Coach Azzurro Kieran Crowley, l’Head Coach Italia Emergenti Alessandro Troncon, l’Allenatore degli Avanti Andrea Moretti e il responsabile dell’alto livello FIR Franco Smith. Tutti e 4 hanno voluto complimentarsi col Rugby Colorno non solo per l’organizzazione generale ma anche per l’impiantistica e soprattutto per il movimento di tesserati che ruotano attorno al club biancorosso. “500 tesserati a fronte dei 9000 abitanti di Colorno rappresentano davvero un buon risultato”, ha commentato Coach Kieran Crowley.

Il nuovo CT dell’Italrugby ha poi illustrato lo scopo di queste visite nei club di Top10: “Abbiamo due obiettivi … Il primo riguarda il miglioramento delle relazioni, coi club e coi loro staff tecnici. Il secondo riguarda il servizio di supporto tecnico che possiamo offrire ai club, aiutandoli a salire di livello e al contempo monitorando i giocatori. Il rugby in Italia va vissuto tutti assieme”.

“Era la prima volta che venivo qui a Colorno”, ha proseguito Crowley. “Ho visto coi miei occhi un bellissimo club di un piccolo paese che riesce a mettere in campo tutte le squadre, dalla U5 alle tre prime squadre seniores. E’ simbolo di grande passione. Inoltre ho apprezzato le strutture, in generale sono rimasto molto ben impressionato”.

“Ora continueremo il nostro tour per le squadre di Top10, stiamo guardando tante partite, non solo quelle delle squadre seniores ma anche delle giovanili. Chiediamo ai club di essere propositivi e di condividere con noi i loro problemi. Ripeto, il rugby in Italia va vissuto tutti assieme”, ha concluso Kieran Crowley.

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby