Entra in contatto:

Rugby

L’Ulster fa la voce grossa, Zebre sconfitte 36-3

L’Ulster fa la voce grossa, Zebre sconfitte 36-3

Partita senza storia al Lanfranchi dove le Zebre subiscono una pesante sconfitta contro Ulster. Il finale parla da solo: 3-26.

Inizio di partita a bassi ritmi al Lanfranchi dove le due squadre cercano di imporsi soprattutto dal punto di vista territoriale, utilizzando il gioco al piede per esplorare la retroguardia difensiva. Le Zebre entrano per la prima volta nella metà campo ospite al 7’ senza però trovare punti; l’Ulster lo fa al 15’, dopo l’uscita dal campo di capitan Bisegni per un colpo alla testa, ma l’attacco dei giocatori in maglia gialla si spegne su un gran tenuto-a-terra forzato a ridosso dei 5 metri.

Al 19’ il terzo fallo dei padroni di casa concede una touche in zona d’attacco agli avversari. Gli Italiani si salvano ancora una volta, ma dopo la ripartenza da mischia chiusa i Nordirlandesi trovano la via della meta alla bandierina col n° 11 McIlroy. Il TMO convalida la marcatura, Billy Burns sbaglia il tentativo dalla piazzola e al 21’ il parziale di gara dice Zebre 0, Ulster 5.

Il XV del Nord Ovest prova a reagire ma si mostra di contro eccessivamente indisciplinato. Un paio di falli consecutivi riportano O’Connor e compagni nella metà campo rivale ma la difesa degli atleti della franchigia federale tiene botta anche questa volta. Al 34’ il quarto fallo dell’Ulster offre al piede del neoentrato Antonio Rizzi la chance di accorciare le distanze nel punteggio. Il piede del n° 22 è preciso e l’ex Azzurrino porti i suoi sul 3-5.
Prima del rientro negli spogliatoi c’è però tempo per la seconda marcatura dei Nordirlandesi. La segna alla bandierina nuovamente McIlroy. Burns non completa il gioco da 7 punti e le due squadre si fermano per il primo stop sul 3-10.

Avvio di ripresa in salita per Boni e compagni che soffrono la maggiore fisicità dell’Ulster. Gli ospiti monopolizzano il territorio nel primo quarto d’ora di gioco del secondo tempo, trovando al 47’ la meta a largo con l’estremo Will Addison. Burns centra i pali e porta i suoi oltre il break sul 3-17.

La formazione di Belfast continua a portare tanta pressione ai padroni di casa, costretti a rifugiarsi nell’indisciplina. Al 13° calcio di punizione concesso a farne le spese è Ion Neculai che va sedersi sulla panca dei puniti per 10’. Seguirà un secondo cartellino giallo per le Zebre, estratto al 63’ a scapito di Maxime Mbandà.

In situazione di superiorità numerica, O’Connor e compagni vanno a segno al 57’ con Hume e al 62’ con Timoney. Doak converte la seconda marcatura fissando lo score sul 3-29 quando siamo al 62’.

Si svuotano le panchine e si entra negli ultimi 10’ del match con le Zebre che si affacciano finalmente nella metà campo rivale grazie ai guizzi di Licata e Trulla e alle cariche di Tuivuaka.

Gli sforzi dei multicolor non vengono però ripagati e sono nuovamente i Nordirlandesi a muovere il tabellino di gara. Lo fanno al 78’ col n° 7 Timoney che trova il corridoio vincente per andare a marcare. Lowry trasforma la meta e l’Ulster Rugby si aggiudica l’incontro sul 3-36, portando a casa anche il punto di bonus.


Zebre Rugby Club – Ulster Rugby 3-36 (pt 3-10)
Marcatori: 21’ m McIlroy (0-5), 34’ cp Rizzi (3-5), 40’ m McIlroy (3-10); s.t. 47’ m Addison tr Burns (3-17), 57’ m Hume (3-22), 62’ m Timoney tr Doak (3-29), 39’ m Timoney tr Lowry (3-36)

Zebre Rugby Club: Laloifi, Di Giulio (53’ Nocera, 63’ Di Giulio), Bisegni (Cap) (12’ Rizzi), Boni (65’ Trulla), Tuivuaka, Canna (32’ Trulla, 40’ Canna), Fusco (65’ Palazzani), Licata, Leavasa, Mbandà, Krumov (50’ Zambonin), Sisi (58’ Giammarioli), Nocera (52’ Neculai), Bigi (52’ Fabiani), Fischetti (56’ Lovotti); All. Bradley
Ulster Rugby: Addison (63’ Moxham), Gilroy, Hume, Moore S., McIlroy, Burns (58’ Lowry), Doak (64’ Shanahan), McCann (58’ Reidy), Timoney, Rea, Kearney (46’ Carter), O’Connor (Cap), O’Toole (40’ Moore M.), Herring (58’ Roberts), O’Sullivan (60’ Reid); All. Dan McFarland
Arbitro: Sam Grove-White (Scottish Rugby Union)
Assistenti: Clara Munarini (Federazione Italiana Rugby) e Luca Trentin (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Wayne Davies (Welsh Rugby Union)
Calciatori: Billy Burns (Ulster Rugby) 1/4; Antonio Rizzi (Zebre Rugby Club) 1/1; Nathan Doak (Ulster Rugby) 1/1; Mike Lowry (Ulster Rugby) 1/1
Cartellini: 53’ cartellino giallo a Ion Neculai (Zebre Rugby Club), 63’ cartellino giallo a Maxime Mbandà (Zebre Rugby Club)
Player of the match: Nathan Doak (Ulster Rugby)
Punti in classifica: Zebre Rugby Club 0, Ulster Rugby 5
Note: Cielo sereno. Temperatura 20°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 1400. Esordio con le Zebre Rugby e nello United Rugby Championship per Asaeli Tuivuaka.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby