Entra in contatto:

Rugby

Pro 12: il primo tempo è delle Zebre, ma il derby lo vince Treviso (32-12)

Pro 12: il primo tempo è delle Zebre, ma il derby lo vince Treviso (32-12)

La Benetton Treviso conquista il derby di Natale, grande classica del rugby italiano, superando i “cugini” delle Zebre Rugby per 23-12 e scavalcando i bianconeri nella classifica del Guinness PRO12 nel turno che segna il giro di boa della regular season. I Leoni di Kieran Crowley inanellano così il terzo successo consecutivo dopo le due vittorie conquistate in Challenge Cup contro i francesi del Bayonne rimontando nella ripresa, dopo che nel primo tempo le Zebre avevano chiuso in vantaggio di misura, 6-7, grazie ad una meta di Dries Van Schalkwyk originata da una maul.

Nella ripresa i padroni di casa rimanevano fedeli al piano di gioco visto nei primi 40’, mantenendo una costante pressione sul XV allenato da Gianluca Guidi e riportandosi in vantaggio al 13’ con il piede del proprio numero dieci Tommaso Allan, pressochè impeccabile oggi dalla piazzola. Al ventesimo del secondo tempo era sempre l’apertura trevigiana della Nazionale ad imprimere una svolta decisa all’incontro, recuperando ed andando a schiacciare oltre la linea un pallone perso dagli ospiti e scalciato da Giazzon.
La trasformazione, sempre firmata da Allan, portava i Leoni sopra il break (16-7), le Zebre faticavano ad uscire dalla propria metà campo e quando vi riuscivano, nelle battute finali del match, si facevano intercettare un passaggio al largo dalla giovane ala Luca Sperandio, che volava in mezzo ai pali mettendo la parola fine al match e rendendo inutile la marcatura finale di Van Zyl che fissava lo score sul 23-12 finale a favore di Treviso. Le Zebre, infatti, hanno provato invano a risalire nel punteggio faticando a trovare territorio e subendo l’intercetto di Sperandio che ha chiuso il match a 4 minuti dal termine. Nel finale la reazione d’orgoglio di Biagi e compagni, in meta con Van Zyl alla bandierina, non è servito per cogliere punti.

LE DICHIARAZIONI DI COACH GUIDI – Le dichiarazioni dell’head coach delle Zebre Rugby Gianluca Guidi al termine del match: “Vittoria meritata di Treviso brava a sfruttare i nostri sbagli: faccio i complimenti a loro. Noi abbiamo dimostrato di non essere una squadra serena concedendo mete facili: siamo in una fase d’involuzione. E’ un momento duro ma dobbiamo trovare serenità per ritrovare un gioco logico. Dobbiamo metterci la faccia e venire fuori da questa fase. Abbiamo avuto una partenza non da questo tipo di gare importanti che dimostra la nostra poca serenità; di solito siamo molto meglio in gare punto a punto. Non mi aspettavo un secondo tempo così dopo la crescita di fine primo tempo. In questa gara molto sentita non possiamo permetterci di fare gli sbagli fatti oggi che hanno favorito le loro mete. E’ la prima volta in stagione che ci succede di fare questi errori sulla gestione in momenti chiave della gara che poi ci hanno portato a scomporci perdendo il filo della gara. Questi errori non ci hanno permesso di avere ritmo nel gioco in una gara spezzettata diversa da quella che avevamo preparato per muovere di più il pallone. Treviso ha dimostrato passione e volontà di vincere sfruttando i possessi ottenuti sui nostri sbagli che a questo livello si pagano cari come questa sera. Dobbiamo giocare ogni singola gara della stagione, pensando subito ad affrontare Edimburgo sabato prossimo a Parma”.

PROSSIMI IMPEGNI – Le Zebre si ritroveranno martedì 27 Dicembre 2016 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare il dodicesimo turno del Guinness PRO12. Sabato 31 Dicembre i bianconeri ospiteranno gli scozzesi dell’Edinburgh allo Stadio Lanfranchi di Parma con calcio d’inizio alle ore 12.

 

BENETTON TREVISO – ZEBRE RUGBY 23-12 (pt 6-7)
Marcatori: p.t. 20’ cp. Allan (3-0); 34’ m. Van Schalkwyk tr. Canna (3-7); 40’ cp. Allan (6-7); s.t. 13’ cp. Allan (9-7); 20’ m. Allan tr. Allan (16-7); 36’ m. Sperandio tr. Allan (23-7); 38’ m. Van Zyl (23-12)
Benetton Treviso: McLean; Esposito, Benvenuti T., Sgarbi (cap, 13’ st. Morisi), Sperandio; Allan (39’ st. McKinley), Tebaldi (33’ st. Bronzini); Barbini (26’ st. Montauriol), Steyn, Barbieri (22’ st. Lazzaroni); Budd, Fuser; Ferrari (28’ pt,. Pasquali), Giazzon (22’ st. Santamaria), De Marchi Al. (16’ st. Zanusso). All. Crowley
Zebre Rugby: Padovani; Bellini, Bisegni, Castello (24’ st. Boni), Venditti (26’ st. Van Zyl); Canna, Violi (33’ st. Palazzani); Van Schalkwyk, Meyer, Minnie (27’ st. Ruzza); Biagi (cap), Geldenhuys (22’ st. Bernabò); Chistolini (13’ st. Ceccarelli), D’Apice (22’ st. Festuccia), Lovotti (22’ st. Postiglioni). All. Guidi
Arbitro: Mitrea (Italia)
Guinness Pro12 Man of the Match: Allan (Benetton Treviso)
Calciatori: Allan (Benetton Treviso) 5/6; Padovani (Zebre Rugby) 0/1; Canna (Zebre Rugby) 1/2
Note: serata fredda, terreno in ottime condizioni. In tribuna il Presidente federale Alfredo Gavazzi e lo staff tecnico della Squadra Nazionale al completo. 3400 spettatori circa.

 

(Nella foto il numero 8 Van Schalkwyk in azione allo Stadio Monigo – INPHO)

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby