Connect with us

Rugby

PRO14: le Zebre reggono un’ora, i Warriors vincono 31-20

PRO14: le Zebre reggono un’ora, i Warriors vincono 31-20

Nulla da fare per le Zebre che, allo Stadio Lanfranchi di Parma, escono sconfitte 20-31 dai Glasgow Warriors nella sfida diretta per il 4° posto del Girone A del Guinness PRO14.

Due mete per i multicolor che, nel 14° turno del torneo, si portano momentaneamente avanti nel parziale sul finale del primo tempo e per larga parte della ripresa. Il finale di gara è però tutto degli ospiti che trovano anche la meta del punto di bonus offensivo.

Partita che fa fatica a decollare nei primi minuti di gioco: una touche sbagliata delle Zebre accende l’attacco dei Warriors che vanno però a commettere in avanti. Dopo l’introduzione in mischia chiusa e il primo guizzo offensivo di Pierre Bruno, la sfida si interrompe su uno scontro violento tra Biondelli e Brown, entrambi fuori dal campo per accertamenti medici.

Nella ripresa delle manovre i multicolor si portano in attacco, guadagnando il loro primo fallo a favore, convertito dal piede di Pescetto. Tempo quattro minuti e al piede di Pescetto risponderà quello di Thomson che sigla i primi 3 punti per i suoi quando siamo all’11’.

Al 16’ il buon lavoro di Rimpelli nella seconda mischia chiusa della partita frutta il secondo calcio di punizione al XV di coach Bradley. Alla piazzola si presenta nuovamente il n° 10 genovese che sbaglia però il suo secondo tentativo dalla lunga gittata.

Gli Scozzesi si prendono la loro rivincita in mischia chiusa al 21’. L’ovale arriva nelle mani di McLean che inventa al piede per se stesso. Il più veloce è Huw Jones che va a schiacciare per il sorpasso dei giocatori in maglia bianca, con Thomson che completa il gioco da 7 punti.

Wilson e compagni sembrano non voler staccare il piede dall’acceleratore e continuano a portare grande pressione agli italiani, sfiorando la meta con McLean se non fosse per il placcaggio in extremis di capitan Boni, costretto anch’egli a lasciare anzitempo il campo.

Nello sviluppo dell’azione Leavasa viene pescato in fuori gioco, ricevendo un cartellino giallo dal bresciano Andrea Piardi. Zebre in inferiorità numerica e alle corde in questo finale di primo tempo: un altro intervento provvidenziale di Palazzani salva meta fatta dalle mani del n° 14 avversario.

Nel momento di maggior difficoltà arriva però la fiammata delle Zebre, in meta in due occasioni con Mattia Bellini! I multicolor fanno strada a suon di cariche e il n° 11 è bravo a ricevere gli assist vincenti e a bruciare gli ultimi 10 metri di campo palla in mano per il controsorpasso dei suoi. Pescetto converte entrambe le marcature e il primo tempo si chiude sul 17-10 per gli atleti della franchigia federale.

Ripresa che si apre nel migliore dei modi per la squadra di casa che induce il direttore di gara ad estrarre il secondo cartellino giallo, questa volta a scapito del n° 15 Ollie Smith, punito per un intercetto volontario su un passaggio. In situazione di doppia superiorità numerica, le Zebre fanno però fatica a muovere il parziale, sfumando troppe occasioni palla in mano.

I primi punti del secondo tempo arrivano al 53’ col piede di Pescetto che punisce il settimo fallo dei Glasgow Warriors, portando i suoi per la prima volta oltre il break.

La distanza nello score è però temporanea: ripristinata la parità numerica, gli Scozzesi non faticano a trovare la via della meta. Il neoentrato Keatley legge il mismatch ed elude il tentativo di placcaggio di Manfredi, risolvendo il due-contro-uno con Dobie. Sarà proprio il n° 22 irlandese a centrare i pali, accorciando il punteggio a meno tre lunghezze di distanza.

Inerzia del match che continua a sorridere a Wilson e compagni che continuano a portare tanta pressione in attacco agli italiani, costretti a rifugiarsi nell’indisciplina. A farne le spese è Enrico Lucchin che al 67’ va a sedersi sulla panca dei puniti per dieci minuti, con i Britannici che ne approfittano per trovare la loro terza e quarta marcatura, firmate da Gordon e Grigg. Keatley fa tre su tre dalla piazzola, facendo decollare lo score sul 20-31 quando siamo al 74’.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma lunedì 8 marzo aprendo la settimana di allenamenti in vista del 15° e penultimo turno del Guinness PRO14, in programma venerdì 12 marzo alle ore 18:45 allo Stadio Lanfranchi di Parma contro gli Irlandesi del Leinster.


ZEBRE – GLASGOW WARRIORS 20-31 (pt 17-10)
Marcatori: 7’ cp Pescetto (3-0), 11’ cp Thomson (3-3), 23’ Jones tr Thomson (3-10), 38’ Bellini tr Pescetto (10-10), 40’ Bellini tr Pescetto (17-10); s.t. 53’ cp Pescetto (20-10), 57’ Dobie tr Keatley (20-17), 67’ Gordon tr Keatley (20-24), 74’ Grigg tr Keatley (20-31)

Zebre Rugby Club: Biondelli (5’ Rizzi), Bruno, Boni (Cap) (30’ Di Giulio), Lucchin, Bellini, Pescetto (65’ Casilio), Palazzani, Giammarioli, Leavasa, Masselli (60’ Alaimalo), Nagle, Ortis (57’ Kearney), Bello (69’ Nocera), Fabiani (40’ Manfredi), Rimpelli (60’ Buonfiglio); All. Bradley

Glasgow Warriors: Smith, McLean, Jones, Johnson, Forbes, Thompson (54’ Keatley), Dobie (60’ Kennedy), Wilson (Cap), Gordon (69’ Matthews), Brown (5’ Nakarawa), Bain (74’ Scott), Harley, Pieretto (24’ Rae, 36’ Pieretto), Stewart (72’ Brown), Kebble (72’ Evans); All. Wilson

Arbitro: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Paolo Pescetto (Zebre Rugby Club) 4/5; Ross Thompson (Glasgow Warriors) 2/2; Ian Keatley (Glasgow Warriors) 3/3
Cartellini: 29’ cartellino giallo a Potu Junior Leavasa (Zebre Rugby Club), 38’ cartellino giallo a Sam Johnson (Glasgow Warriors), 44’ cartellino giallo a Ollie Smith (Glasgow Warriors), 68’ cartellino giallo a Enrico Lucchin (Zebre Rugby Club)
Player of the match: Thomas Gordon (Glasgow Warriors)
Punti in classifica: Zebre Rugby Club 0, Glasgow Warriors 5

FOTO DI LORENZO CATTANI PER SPORTPARMA

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma

Commenti Recenti

Altro in Rugby