Entra in contatto:

Rugby

Rugby Parma inarrestabile e primo posto consolidato

Rugby Parma inarrestabile e primo posto consolidato

La partita disputata domenica a Firenze dagli uomini di Frati e Fontana aveva un’importanza enorme in ottica classifica; in palio c’era infatti il consolidamento del primo posto rispetto alle dirette inseguitrici: Livorno (a riposo nel fine settimana e che ha quindi all’attivo una partita in meno) e l’avversaria di giornata, Florentia.

Il caso vuole che proprio Florentia fosse stata l’ultima avversaria della Rugby Parma nell’ultima partita disputata prima del lockdown e conseguente blocco del campionato 2019/20. Era il 16 febbraio 2020 e sul sintetico del Marco Polo l’incontro si concluse con la netta vittoria dei gigliati per 41-13. Oltre al risultato della partita, rispetto ad allora anche la situazione in classifica è oggi ribaltata: a febbraio 2020 infatti, era proprio il fortissimo Florentia a comandare il girone e tutti avremmo scommesso sulla sua promozione in serie A alla fine di quella stagione… ma arrivò il Covid a bloccare tutto, campionato e pronostico.

Domenica, invece, un’inarrestabile Rugby Parma è stata capace di sbancare quello stesso difficilissimo campo, contro un Florentia che si è comunque confermato squadra solida e ruvida, come da tradizione. Borsi e compagni hanno sconfitto i biancoviola usando le loro stesse armi: i primi 8 uomini, capaci di contrastare efficacemente il gioco chiuso avversario, con le tre marcature nate da altrettante driving maul. Anche la difesa gialloblù ha fatto la sua parte, sventando più di una minaccia, anche in prossimità della linea di meta, e confermandosi la migliore del campionato.

L’unica segnatura avversaria arriva al 31′, frutto di una palla persa in mischia chiusa a metà campo e giocata dall’apertura di casa, il Valente di nome e di fatto capitano gigliato, con un bel calcetto a scavalcare. In precedenza era toccato al capitano gialloblù Borsi andare a segno al termine di una maul nata dalla prima incursione nella metà campo avversaria. Al 16′ Sorio brucia la difesa e va a segnare alla bandierina, ma pesta la riga bianca di fallo laterale un attimo prima; meta annullata, quindi. Sul prosieguo dell’azione, la difesa biancoviola, in affanno, libera in touche; i parmigiani conquistano il successivo lancio e segnano ancora in maul. Tre minuti dopo, l’ottimo arbitro Pellegrino, sanziona Minari con un giallo, ma il punteggio non si muove. Al 31′ i padroni di casa accorciano le distanze con l’unica meta di giornata, fissando così il punteggio sul 5-14 con cui si va al riposo.

La seconda frazione si apre con un altro cartellino giallo, questa volta mostrato a Calì per falli ripetuti in mischia chiusa. I gialloblù non soffrono l’inferiorità numerica e, anzi, proprio con l’uomo in meno, vanno a marcare in maul con il pilone Palma, subentrato a Calì per effettuare le mischie (e poi rimasto in campo definitivamente dal 14′). 5-21 il punteggio che non cambia più, nonostante i numerosi tentativi dei toscani per accorciare le distanze, tutti puntualmente respinti, in un paio di casi in prossimità della linea.
“Ci eravamo preparati molto bene, con ottimi allenamenti e grande concentrazione – le parole di Claudio Borsi dopo il match –. Abbiamo affrontato gli avversari senza timore, sapendo di essere i primi della classe e penso che in campo abbiamo dimostrato di essere i più forti. Li abbiamo messi sotto in mischia e in maul, sia in attacco che in difesa, che sono il loro punto forte. Era la partita decisiva, la partita dell’anno dal cui esito sarebbe uscito il finale di stagione. L’abbiamo vinta tutti insieme, ora mancano soltanto tre mattoncini! Complimenti al loro capitano Valente, che ha marcato una meta pazzesca”.

“Aspettavamo da tempo questa partita – conclude coach Marco Frati – per cancellare l’ultima sfortunata trasferta a Livorno e per mostrare a noi stessi, ai tifosi e alla società, il nostro vero volto. Penso che ieri ci siamo riusciti perfettamente. E’ stata una partita davvero tosta, ma per meriti nostri l’abbiamo fatta apparire facile, come con la Roma domenica scorsa, incontro che ci è servito tantissimo dal punto di vista dell’attitudine e della consapevolezza dei nostri mezzi. Siamo partiti subito forte come avevo chiesto ai ragazzi, andando a marcare due mete nei primi 15 minuti. Questo risultato era fondamentale per la classifica, però non è ancora deciso niente, perché abbiamo ancora tre finali che ci aspettano. A ottobre scorso, dopo la prima vittoria in casa col Siena avevo detto ai ragazzi che quello era il primo mattoncino che serviva per costruire la casa… ieri ho detto loro che siamo riusciti a costruire una bella casa che poggia su solide fondamenta, a cui però manca ancora il tetto. Siamo davvero soddisfatti di questa partita che spero ci dia l’entusiasmo per affrontare con la giusta spinta le ultime tre finali”.

Se proprio vogliamo averne uno, l’unico rammarico di questa splendida giornata è non esser riusciti a marcare la quarta meta che sarebbe valsa il punto di bonus offensivo, ma ora i gialloblù hanno accumulato un preziosissimo tesoretto da amministrare con cautela nella volata finale del campionato, al termine del quale solo la prima classificata salirà in serie A.
Domenica 15 maggio, il recupero della 10ª giornata (non disputata a gennaio) vedrà la Rugby Parma in trasferta a Modena (per inversione di campo concordata già da tempo tra le due società) contro il Giacobazzi che ieri a Collegarola ha regolato con un netto 42-21 i toscani del CUS Siena. A seguire, una giornata di riposo il 22, poi il ritorno col Modena al Banchini sabato 28 e, per finire, il 5 giugno chiusura di stagione davanti al pubblico amico del Banchini con i livornesi dei Lions Amaranto. Dopo la vittoria di ieri, quindi, la squadra del presidente Borri non può ancora cantar vittoria, pur con la consapevolezza di aver superato un (altro) grosso ostacolo.

FLORENTIA RUGBY vs RUGBY PARMA: 5-21
Marcatori: p.t. 10’ m Borsi tr Gennari, 15’ m Modoni M. tr Gennari, 31’ m Valente nt; s.t. 10’ m Palma tr Gennari

RUGBY PARMA: Gennari (66’ Orsenigo), Bianconcini, Piccioli, Pelagatti (66’ Slawitz M.), Sorio, Silva (66’ Modoni P.), Righi Riva (V. Cap.), Borsi (Cap.), Modoni M. (56’ Ruaro), Slawitz G., Minari (58’ Calcagno), Caselli, Fiume (56’ Lanfredi), Bonofiglio, Calì (54’ Palma). All. Frati, Fontana
FLORENTIA RUGBY: Bastiani (55’ Gianassi), Bini, Zappitelli, Ghini, Venturi, Valente (Cap.), De Castro (52’ Fei), Timperanza (V. Cap.), Baggiani, Stefanini (52’ Mantuano), Di Fiore (52’ Frullini), Scotini, Trechas (55’ Biagioni), Guidotti, Bartolini (43’ Patruno); a disposizione: Vicerdini. All. Ferraro, Vito
Arbitro: Alberto Mauro Pellegrino (RE)
Note:18’ cartellino giallo Minari. 41’ cartellino giallo Calì

CLASSIFICA: Rugby Parma 65 (15), Livorno Rugby 57 (14), Florentia Rugby 55 (15), Rugby Roma Olimpic 52 (16), Modena Rugby 42 (14), Lions Amaranto 40 (14), CUS Siena 30 (15), Highlanders Formigine Rugby 14 (14), Rugby Jesi 8 (16), Imola Rugby 4 (15).
Tra parentesi il numero di partite giocate.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby