Entra in contatto:

Rugby

Voci diffamatorie dal Veneto, le Zebre smentiscono: «Nessun caso di Covid-19»

Voci diffamatorie dal Veneto, le Zebre smentiscono: «Nessun caso di Covid-19»

A seguito della richiesta di informazioni ricevuta questo pomeriggio da un giornalista della stampa veneta sulla presunta presenza nella rosa dello Zebre Rugby Club di alcuni casi di positività al “Covid-19” non comunicati, in particolare nelle persone di due giocatori non convocati per la partita di sabato 2 gennaio a Treviso, la società dichiara, nella figura del suo amministratore unico Andrea Dalledonne, la totale infondatezza di questa notizia che appare anzi particolarmente grave e di possibile rilievo diffamatorio.

Il club multicolor diffida chiunque voglia far circolare notizie false, calunniose e soprattutto pericolose in un momento così delicato per tutto il Paese e per lo sport in particolare, nel quale occorre assumere comportamenti rispettosi delle norme, dei protocolli e della lealtà sportiva.

La franchigia federale ribadisce di essersi sempre scrupolosamente attenuta ai protocolli stabiliti dalle autorità competenti per la disputa in sicurezza della regolare attività sportiva e agonistica.

I giocatori che, nello specifico, sono stati menzionati come possibili positivi al virus sono stati esclusi dalla lista gara scelta per il derby di Guinness PRO14 con il Benetton Rugby per motivi tecnici o per infortunio avvenuto in allenamento nei giorni scorsi.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby