Entra in contatto:

Rugby

Zebre: l’ex Hurricanes Liam Mitchell firma un biennale

Zebre: l’ex Hurricanes Liam Mitchell firma un biennale

Dopo il colpo O’Malley (leggi qui) le Zebre Rugby aggiungono esperienza, fisicità e talento nel reparto di seconda linea, assicurandosi per le stagioni 2021/22 e 2022/23 il n° 5 Liam Mitchell (26 anni), in forza dal 2018 al 2021 negli Hurricanes, una delle cinque massime franchigie neozelandesi.

Nato a Palmerston North il 10 ottobre del 1995, Mitchell è cresciuto nel college della sua città natale, il Palmerston North Boys’ High School, dando al contempo il suo contributo all’attività agricola di famiglia. L’esperienza in fattoria ha rafforzato la tempra, l’etica e la dedizione al lavoro di Liam che spicca come un grande interprete del ruolo della seconda linea moderna. Fisicità, intelligenza, mobilità ed una sapiente lettura del gioco aereo sono infatti i punti di forza del 25enne, in procinto di raggiungere Parma e la sua nuova squadra delle Zebre Rugby nel mese di novembre.

Dopo una breve esperienza nel 2016 coi catalani dell’UE Santboiana nella massima divisione spagnola, Mitchell è rientrato nel suo Paese dove ha debuttato nel 2017 nel principale campionato nazionale provinciale Bunnings NPC con Manawatu.

La stagione d’esordio coi Turbos ha consacrato il giovane seconda linea che nel 2018 ha firmato un contratto triennale con gli Hurricanes per giocare in Super Rugby.

23 le presenze nel prestigioso torneo dell’emisfero australe collezionate dal neo-seconda linea delle Zebre Rugby che insegue adesso il suo debutto ufficiale nello United Rugby Championship e nell’EPCR Challenge Cup.

Le dichiarazioni di Liam Mitchell, neo-seconda linea delle Zebre Rugby: “Sono grato dell’opportunità offertami dalle Zebre Rugby ed entusiasta all’idea di mettermi alla prova nello United Rugby Championship contro alcune delle migliori squadre al mondo. Non vedo l’ora di raggiungere Parma, incontrare i miei nuovi compagni di squadra ed intraprendere con loro una stagione ricca di soddisfazioni”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby