© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Rugby

Zebre, Pierre Bruno: «Darò il massimo per ritagliarmi un posto»

Zebre, Pierre Bruno: «Darò il massimo per ritagliarmi un posto»

Sette settimane separano le Zebre dalla duplice amichevole estiva contro il Benetton Rugby, in programma il 13 settembre allo Stadio Monigo di Treviso e il 20 settembre al Lanfranchi. Per il XV di Michael Bradley, la gara di ritorno a Parma sarà l’ultima occasione per testare il proprio stato di forma prima di volare in Scozia la settimana seguente ed aprire la propria stagione in Guinness PRO14 il 28 settembre, in casa dell’Edinburgh Rugby.

La seconda fase di avvicinamento al doppio confronto agonistico con i leoni biancoverdi ed ai successivi impegni in campionato celtico ed in Challenge Cup è cominciata lo scorso 15 luglio. In occasione della terza settimana di lavoro collettivo sui campi e nelle strutture della Cittadella del Rugby di Parma, è tempo oramai di andare a conoscere meglio alcuni giovani protagonisti ingaggiati dalla franchigia federale al termine della stagione passata.

Il primo a presentarsi ai microfoni del club è Pierre Bruno, classe 1996, già permit player delle Zebre nel corso della stagione 2017/2018 e da quest’anno tesserato ufficiale dei multicolor. Cresciuto nel Cus Genova – club della sua città nativa –, l’ala ligure è quindi entrata a far parte dell’accademia zonale Under 18, per poi approdare successivamente in Top 12 , vestendo la maglia del Rugby Mogliano prima e del Rugby Calvisano poi. Il metaman dei calvini – 32 marcature segnate in 47 gare disputate nel massimo campionato italiano – ha quindi coronato lo scorso 18 maggio la propria esperienza con i gialloneri, vincendo la finalissima del torneo contro il Rugby Rovigo Delta e firmando persino i suoi 80’ con tanto di meta.

 

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby