Entra in contatto:

Tennis

Sonego e Andreescu i primi iscritti all’Emilia Romagna Open

Sonego e Andreescu i primi iscritti all’Emilia Romagna Open

Campioni, giocatori e giocatrici d’esperienza con un passato ai vertici del circuito mondiale e giovani in rampa di lancio. Sono state diramate le entry list dell’Emilia-Romagna Open, torneo femminile e maschile organizzato da MEF Tennis Events che animerà il parmense a maggio. Dal 15 al 22 del mese prossimo il Tennis Club Parma ospiterà il torneo WTA 250, mentre dal 22 al 29 il Tennis Club President di Montechiarugolo sarà sede dell’ATP 250 riservato agli uomini.

Primo degli iscritti Lorenzo Sonego: numero 32 del mondo, il torinese classe ’95 ha vinto a Cagliari il suo secondo titolo ATP dopo quello conquistato nel 2019 sull’erba di Antalya. È lui a guidare la pattuglia azzurra che vede ai nastri di partenza anche Stefano Travaglia, Salvatore Caruso e Lorenzo Musetti. Alle spalle di Sonego il vulcanico francese Benoit Paire, seguito dal gigante statunitense John Isner, vincitore nel 2010 a Wimbledon della partita più lunga della storia del tennis.
L’atleta a stelle e strisce batté il francese Nicolas Mahut al primo turno dello Slam londinese con il punteggio di 6-4 3-6 6-7(7) 7-6(3) 70-68 dopo 11 ore e 5 minuti di una leggendaria battaglia disputata in tre giorni. Occhi puntati all’Emilia-Romagna Open anche sui talenti in erba Emil Ruusuvuori e Sebastian Korda, gli intramontabili ex top 10 Richard Gasquet e Gilles Simon e l’eclettico Frances Tiafoe (nella foto in alto) che l’anno scorso vinse il Challenger ospitato dal Tennis Club President.

Ad aprire le danze, però, saranno come detto le tenniste, pronte ad infiammare il Tennis Club Parma. Tanta attesa per la canadese Bianca Andreescu, numero 6 della classifica mondiale che nel 2019 trionfò agli US Open. Recente finalista del WTA Premier di Miami, la ventenne dell’Ontario punta a candidarsi in fretta alla leadership del ranking, forte della consapevolezza acquisita battendo ben otto giocatrici in top 10 tra cui, per ben due volte, Serena Williams. Curiosità per l’esperta croata Petra Martic, allenata da poche settimane da coach Francesca Schiavone, campionessa del Roland Garros 2010. E poi, in attesa dell’annuncio delle wild card che potrebbero essere destinate alle migliori italiane del circuito, è pronta a dire la sua la giovane stella targata Barilla, la statunitense Cori Gauff.

La soddisfazione di Manghi : “Questo appuntamento importante, anche per la ripartenza del tennis nel nostro Paese, si pone come prologo di lusso al Roland Garros, gli Internazionali di Francia che prenderanno il via la settimana seguente – sottolinea il capo segreteria politica della Presidenza della Giunta, Giammaria Manghi -. E non è un caso che sia proprio l’Emilia- Romagna ad ospitarlo, una regione che da anni ormai si caratterizza come terra di sport, capace di accogliere grandi eventi di alto livello qualitativo grazie a una macchina organizzativa e ricettiva ben rodata. Il nostro impegno è massimo per garantire, soprattutto in un momento così delicato per l’emergenza Covid, la ripresa e la partecipazione alle attività sportive in sicurezza, senza mai abbassare la guardia. Voglio ringraziare ancora, anche a nome del presidente Bonaccini, tutti gli organizzatori per questa nuova opportunità, che ci permette di dare un ulteriore segnale di fiducia attraverso lo sport, un settore strategico per la valorizzazione del territorio e per il messaggio positivo che sempre porta con sé di lealtà, coesione e solidarietà tra le comunità. Il tabellone principale dei due tornei, quello maschile e quello femminile, è di grande livello e avvalora ancora di più il momento sportivo che ci si appresta a vivere”.

L’orgoglio di Marchesini: Carico per il doppio appuntamento Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “Il torneo ATP? Un’opportunità cercata fortemente sin da novembre, quando d’accordo con la Regione Emilia-Romagna ed in particolare con il Presidente Stefano Bonaccini ed il Dott. Giammaria Manghi, decidemmo di renderci disponibili ad organizzare un torneo del circuito maggiore in primavera o estate, qualora se ne fosse prospettata la possibilità. Nei mesi a seguire ci sono arrivate diverse proposte, ma per diversi motivi non abbiamo potuto accettare. Quando il sogno sembrava sfumato, nel giorno in cui stavamo definendo con la Regione tutti i particolari per un grande Challenger 125, è giunta a sorpresa la mail dell’ATP che, a causa dello slittamento di una settimana del Roland Garros, ci propone due nuove date: quella dopo gli Internazionali BNL d’Italia, oppure prima dello Slam parigino. Abbiamo scelto la settimana prima di Parigi ed è stata una fortuna, perché appena 24 ore dopo la WTA ci ha proposto un 250 la settimana successiva a Roma. E il cerchio si è chiuso. Sono contento che il Tennis Club Parma del Presidente Dott. Giampiero Alinovi ospiterà il torneo WTA 250 e che l’ATP 250 andrà in scena Tennis Club President del Presidente Dott. Romano Botti”.

Entusiasta anche Romano Botti, presidente del Tennis Club President: “Il passaggio effettuato in tre anni da Challenger 80 ad ATP 250 insieme a MEF Tennis Events è un risultato straordinario. L’entry list è di livello assoluto, siamo sicuri che sarà un torneo indimenticabile”.

Dello stesso avviso Giampiero Alinovi, presidente del Tennis Club Parma: “La soddisfazione di ospitare una competizione di livello mondiale è enorme. L’Emilia-Romagna, la città di Parma e il TC Parma mandano un forte segnale di ripartenza, fondamentale in questo periodo. Dal punto di vista sportivo ci auguriamo che le nostre rappresentanti possano dare un segnale di continuità con la generazione che le ha precedute e che ha raccolto importanti successi”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Tennis