© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Altri Sport

Gene Gnocchi presenta a Salsomaggiore Armando Onesti: Pane, Calcio e Fantasia

Gene Gnocchi presenta a Salsomaggiore Armando Onesti: Pane, Calcio e Fantasia

Verrà Â  presentato nella sala del Palazzo dei Congressi dell'Ex Grand Hotel des Thermes alle 18 il nuovo libro di Alberto Mingozzi. Il comico fidentino condurrà Â  la serata

“Armando Onesti: Pane, Calcio e Fantasia. Un viaggio ideale nel mondo del calcio del 1950 al 2009” questo il titolo del libro che verrà presentato sabato 19 alle ore 18 a Salsomaggiore Terme (i cittadini sono invitati).

L’evento sarà condotto dal comico e presentatore fidentino, ex tesserato gialloblù ed ex “Platinì dell’Enza” (vedi foto), Gene Gnocchi. Gli ospiti della serata saranno personalità e campioni del calcio che hanno avuto modo di lavorare al fianco del preparatore atletico Armando Onesti: Eugenio Bersellini, Giancarlo Beltrami, Sandro Mazzola, Giampiero Marini, Evaristo Beccalossi, Franco Pancheri, Giuseppe Bergomi, Silvano Fontolan, Roberto Mozzini, Nazzareno Canuti, Giancarlo Muraro, Alessandro Altobelli, Graziano Bini, Nicola Berti, Roberto Busi, Stefano Rossini, Salvatore Bagni, Alberto Michelotti e Paolo Casarin.


Eugenio Ghiozzi (in arte Gene Gnocchi)

Armando Onesti, nato a La Spezia ma cresciuto a Fidenza, oltre ad essere un ottimo preparatore atletico era un allenatore in seconda molto valido. Fece l’allenatore in seconda di Giancarlo De Sisti nella Fiorentina di Passarella e Socrates. Assieme ad Eugenio Bersellini come preparatore atletico, conquistò lo scudetto con l’Inter nella stagione 1979-80. Quando c’era Bagnoli allenatore, faceva da osservatore e scoprì un certo Matthias Sammer. La sua esperienza è stata utile anche a diverse squadre di Serie C, tra cui la Cremonese prima di trasferirsi a Tabiano Terme(Pr) e allenare i ragazzini. Qui nella foto(anno 86-87), faceva il preparatore atletico del Genoa allenato da Attilio Perotti.


Armando Onesti

Tanti gli aneddoti su questo bravo preparatore atletico, tra i più conosciuti quello che riguarda lo scudetto dell’inter di Eugenio Bersellini che fu talmente contento della vittoria che per festeggiare lo scudetto partì a piedi con Onesti da Milano per arrivare a Fontanellato, (il suo paese è Borgo Val di Taro) 120 km in tutto. La camminata iniziò alle 22,30 per concludersi l’indomani pomeriggio. Tutto bene fino alla pausa di Fiorenzuola, poi l’ennesimo brindisi con lo champagne. “Non vi dico come siamo arrivati” confessò Bersellini.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Altri Sport