Connect with us

Altri Sport

La solidarietà di Sportparma al collaboratore Lorenzo Fava

La solidarietà di Sportparma al collaboratore Lorenzo Fava

La direzione e la redazione di Sportparma esprimono la propria solidarietà a Lorenzo Fava, collaboratore della nostra testata, colpito poche ore fa da infamanti accuse pubblicate su un blog che si occupa di calcio dilettanti. Secondo quanto riportato sul sito in questione, nel pre-partita di Salsomaggiore – Piccardo Traversetolo di mercoledì 5 maggio 2021, Lorenzo avrebbe aggredito il titolare del blog.

Sportparma ripone la massima fiducia nei propri collaboratori, che da anni operano sui tanti campi della nostra provincia (e non solo) nel segno del rispetto e dell’educazione.
Non è nostro compito dare giudizi sulle accuse rivolte a Lorenzo, che si difenderà nelle sedi opportune, e pertanto non entreremo nel dettaglio dei contenuti dell’articolo in questione, saranno gli organi competenti, in cui nutriamo la massima fiducia, a doversi pronunciare in tal senso, per ristabilire la verità dei fatti e magari chiarire come possa un blogger emettere fantomatici “daspo” competenza esclusiva degli organi giudicanti.

In riferimento allo stesso articolo però, apprendiamo con sconcerto che ci sarebbe un collega dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna, o un impiegato dello stesso ordine, che avrebbe riferito al “blogger” presunte dichiarazioni di Lorenzo Fava. Siamo certi che tale affermazione non sia corretta in quanto dall’ordine non è giunta alcuna chiamata a Lorenzo, al direttore e alla redazione.

Allo stesso modo, essendo stati “tirati per la giacchetta”, è necessaria da parte di Sportparma una presa di posizione in relazione ad un passaggio del suddetto “articolo” su cui non possiamo che trovarci d’accordo. Quello in cui si chiede che “certe persone non frequentino più gli stadi del calcio Dilettanti”.
Il concetto generale non fa una piega, sebbene sia forse frutto di un “lapsus freudiano” di chi l’ha scritto in cui si individua nell’altro il colpevole del “crimine” che si sta, forse inconsapevolmente, compiendo.
Gli accrediti, come stabiliscono i protocolli della Figc e LND, dovrebbero essere rilasciati infatti solo a inviati di testate giornalistiche regolarmente registrate al Tribunale e iscritte al Registro degli Operatori di Comunicazione, e quindi abilitate ad esercitare il diritto di cronaca. I nostri numeri di iscrizione ai suddetti registri li potete trovare in calce ad ogni pagina del nostro sito.

Questo sarà l’unico intervento (fatte salve, purtroppo, le necessarie risposte ad improprie “chiamate in causa”) che leggerete da parte nostra in relazione a questa vicenda, che non solo non riguarda la sfera sportiva ma è lontana anni luce dal duro lavoro e dai sacrifici fatti da noi e i nostri collaboratori negli ultimi 14 anni per dare visibilità e dignità al calcio dilettantistico e a tutto lo sport e gli sportivi della provincia.

Forza Lorenzo!

Il direttore e la redazione

 

 

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma

Commenti Recenti

Altro in Altri Sport