© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

PRTV.IT SPORTPARMA

PalaEventi e Cittadella dello Sport, Parma entra nel futuro

PalaEventi e Cittadella dello Sport, Parma entra nel futuro

Svelato questo pomeriggio in Comune il PalaEventi, un nuovo Impianto Sportivo Polivalente in grado di ospitare eventi sportivi di rilievo e manifestazioni quali concerti e spettacoli. Una struttura che si configura come la più grande con queste caratteristiche a livello regionale.

Sport e spettacolo. Un binomio inscindibile per le discipline praticate a livello professionistico che potrà finalmente riflettersi in maniera positiva anche su chi pratica sport ogni giorno a livello dilettantistico e amatoriale.

Tutto questo grazie al progetto, svelato questo pomeriggio in Comune, del PalaEventi, un nuovo Impianto Sportivo Polivalente in grado di ospitare eventi sportivi di rilievo (quali ad esempio mondiali di basket, volley, pallamano) e manifestazioni quali concerti e spettacoli. Una struttura che si configura come la più grande con queste caratteristiche a livello regionale e che potrebbe essere pronta entro il 2012, giusto in tempo per i mondiali femminili di volley (2014).

Il progetto, ancora in fase preliminare, ha già avuto una prima approvazione dei rappresentanti dei due quartieri coinvolti (San Leonardo e Cortile S.Martino) ed è stato presentato in serata in Commissione Sport subendo un’accoglienza quanto meno calorosa.

L’importanza della struttura è tanto più marcata quando si rapporta al vigente stato delle cose che da una parte vede una sempre crescente richiesta di “luoghi di sport”, dall’altra una situazione impiantistica che non riesce a rispondere adeguatamente o se ci riesce lo fa con l’applicazione di “deroghe” e sacrifici da parte dei praticanti. Il rapporto costi/benefici offerto dell’attuale Palazzetto dello sport non è in grado di giustificarne più l’esistenza. Lo storico impianto di via Pellico ha un costo di gestione e manutenzione di circa 450 mila euro all’anno mentre dalla vendita dell’area del Palaraschi i tecnici del Comune contano di ricavare fra i 12 e i 14 milioni di euro. Soldi che verrebbero girati immediatamente sul progetto del PalaEventi che insieme al “XXV aprile” e ai nuovi campi da allenamento del rugby, alle piscine e palestre site in via Moletolo completerà, nella zona nord di Parma, la cosiddetta “Cittadella dello sport”.

Non ha usato mezzi termini l’assessore Roberto Ghiretti per descrivere il passo epocale che la città si appresta a compiere in termini di razionalità e “usabilità” del nuovo impianto: “La polifunzionalità è data dalla possibilità di ospitare in un unico luogo grandi eventi sportivi, spettacoli musicali e appuntamenti culturali favorendo al contempo la massima fruibilità della pratica sportiva che si concentrerà nelle 6 palestre più il campo centrale. Parma avrà entro un paio d’anni un impianto all’altezza delle grandi capitali europee. Una grande innovazione in linea con i nostri nuovi impianti da rugby e baseball che abbiamo realizzato in quest’ultimo anno. La Cittadella dello sport – conclude Ghiretti – è un sogno che si sta avverando, un luogo dove fare sport sarà un piacere, con ampio spazio agli uffici direzionali per lo sport”.
Da sottolineare il plauso avuto dal Coni Nazionale, una prima approvazione del massimo organismo sportivo italiano su un progetto che potrebbe proiettare Parma alla ribalta internazionale.

Il Sindaco Pietro Vignali esprime soddisfazione per un progetto ritenuto necessario anche a livello sociale: “Non sarà semplicemente il nuovo palazzetto dello sport – afferma il primo cittadino – ma farà parte di un progetto più articolato che assolverà molteplici funzioni, principalmente grandi eventi di Carattere Sportivo, e che sarà in grado di ospitare eventi di spettacolo meglio di quanto non faccia l’attuale palasport che presenta ormai diverse problematiche. E’ stato scelto Moletolo anche per motivi legati alla viabilità e raggiungibilità. E’ tra Via Europa e via Rastelli, vicino all’autostrada e si affiancherà alla cittadella del rugby e alle strutture già esistenti nella zona. L’impianto verrà realizzato seguendo la stessa idea che ha portato alla realizzazione delle altre cittadelle. Ad esempio quella del baseball che affianca all’impianto principale le strutture secondarie per chi pratica lo sport”.
In conclusione Vignali sottolinea con forza la funzione sottintesa delle palestre che sorgeranno all’interno del PalaEventi:” Lo sport è importante perchè ha una funzione sociale ed educativa straordinaria. Basti pensare al disagio giovanile. Tanti giovani siano avviati allo sport dalle associazioni che operano in provincia e che hanno espresso in più occasioni la richiesta di impianti di questo tipo.


LE CARATTERISTICHE DELL’IMPIANTO

CAPIENZA: 6.500 spettatori (contro i 5.000 del primo progetto Palaeventi)
ESTENSIONE: 8.000 metri quadri di cui 2.000 mq dedicati agli eventi.
LUOGHI: Un’arena principale e quattro palestre (totale 1.000 mq.): boxe, corpo libero, fitness e pesistica. Museo dello sport (mq. 300), sala riunioni, sala stampa (mq. 280), dieci spogliatoi (totale mq. 650), uffici (mq. 500), deposito (mq. 400), due zone ristoro (da mq. 750) su due piani e 56 servizi igienici.

COLLOCAZIONE GEOGRAFICA
Quartiere Cortile San Martino, in una grande area di oltre 70 mila metri quadrati compresa fra via Rastelli e via San Leonardo, facilmente raggiungibile dalla città, prossima al casello autostradale A1 e alle tangenziali. Il primo stralcio dei lavori sarà implementato da idonee aree di parcheggio e da un complesso di palestre complementari, ad uso delle numerose società sportive attive oggi in città. VEDI MAPPA SOTTOSTANTE

COSTI E FINANZIAMENTI
Il costo previsto invece per il nuovo Impianto Sportivo Polivalente è stimato in 19 milioni di euro, già stanziati a bilancio 2009. La somma totale per tutto l’impianto, sarà di circa 27 milioni di euro in quanto verranno realizzati un parcheggio da circa 2000 posti auto, la viabilità connessa e due palestre “spettacolari” (con spalti).

INAUGURAZIONE
La data più vicina per l’inaugurazione della nuova opera pubblica è da collocare nella seconda metà del 2011.

CONI
La “Cittadella dello Sport” di Moletolo sarà una struttura completa e all’avanguardia, unica in tutta Italia al punto da aver destato immediato interesse anche da parte del CONI Nazionale per questo modello di complesso sportivo integrato.

LA MAPPA DELLA ZONA INTERESSATA DAL PROGETTO “CITTADELLA DELLO SPORT”


Visualizzazione ingrandita della mappa

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in PRTV.IT SPORTPARMA