© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

PRTV.IT SPORTPARMA

Il Giro d'Italia a Fidenza, la presentazione ufficiale e le interviste

Il Giro d'Italia a Fidenza, la presentazione ufficiale e le interviste

(servizio di Simone Carpanini e Nicola Costa) – Il Giro d'Italia è praticamente già Â  iniziato. La gara vera debutterà Â  da Amsterdam l'8 maggio, ma giovedì mattina lo splendido contesto del Fidenza Village ha infatti tenuto a battesimo la presentazione della sesta tappa che, intorno alle 13 di venerdì 14 maggio, partirà Â  proprio dall'outlet alla volta di Marina di Carrara dopo 172 km di gara.

Il Giro torna così in provincia di Parma dopo 4 anni, sempre come sede di partenza (il 12 maggio 2006 partì la Busseto-Forlì di 223 km), che comunque rimane un grande onore, per Fidenza in questo caso, se consideriamo che annualmente ben 80 città si candidano ad ospitare una tappa della corsa rosa.

Davanti ai tanti invitati, la presentazione è stata essenzialmente condotta dalle 3 persone che, in rappresentanza delle loro istituzioni, hanno reso possibile l’assegnazione della tappa : Mario Cantini, sindaco di Fidenza, Anna Maria Tartaglia, responsabile marketing Fidenza Village e chiaramente Angelo Zomegnan, direttore e patron del Giro d’Italia.

Il sindaco Cantini, ringraziando subito tutta l’amministrazione comunale e provinciale per l’appoggio e lo sforzo profuso, tra le tante cose ha ricordato curiosamente come anche Sisteron, paese gemellato da 20 anni con Fidenza, il 15 luglio ospiterà la partenza dell’undicesima tappa del Tour de France.

Proseguendo negli interventi Anna Maria Tartaglia, invece, ha sottolineato che Fidenza Village è ormai una polisportiva e che sempre più è una realtà vicinissima allo sport d’eccellenza, anche a livello internazionale, come dimostra l’NBA Jam Van sbarcato l’anno scorso all’outlet dal 10 al 13 settembre e che con ogni probabilità tornerà nel 2011.

Dopo le doverose introduzioni, la parola è definitivamente passata a Zomegnan. Il direttore ha contraccambiato i ringraziamenti verso comune ed outlet e ha precisato come il ciclismo, anzi il Giro d’Italia sia un evento spettacolare e trasversale che unisce tutte le età, dal nonno al nipotino e tutte le fasce sociali.

Con orgoglio Angelo Zomegnan ha ricordato che ad Amsterdam il 31 marzo scorso per festeggiare l’imminente partenza del Giro, si sono radunate ben 75000 biciclette per una pedalata collettiva. Un risultato non indifferente, dove il Giro, almeno sotto il profilo del coinvolgimento passionale, ha già strabattuto i concorrenti Tour e Vuelta.

Il patron Zomegnan ha poi giustamente fatto riferimento alle recenti vicende doping (leggasi Lampre ed affini), che stanno scuotendo l’ambiente, rimarcando come la lotta contro i bari del caso non abbasserà mai la guardia e come, per contro correranno tutti quei ciclisti per cui vale la regola “presunzione di colpevolezza uguale presunzione d’innocenza”.

E’ stato uno Zomegnan a tutto tondo che poi non si è risparmiato nemmeno un paio di dolci frecciatine ad alcune squadre che avrebbero snobbato la corsa rosa (leggasi RadioShack di Armstrong ed affini) per vari motivi ed altri impegni concomitanti.

Il Giro d’Italia è unico ed inimitabile e non vuole essere la riserva di nessun’altra gara, questo è il messaggio che deve arrivare alle orecchie di tutti i mercanti.

La carovana rosa arriverà dai luoghi dei Campionissimi per antonomasia, Coppi e Girardengo, rispettivamente Castellania e Novi Ligure e con i contenuti tecnici di tappa (l’arrivo profumerà di mare e volatone di gruppo, ma ci saranno le prime montagne che verosimilmente sorrideranno più ad attaccanti e finisseur di giornata che ai velocisti) e l’immancabile ricordo a Bruno Raschi, suo maestro di vita e di giornalismo, che lo assunse alla Gazzetta dello Sport circa trent’anni fa, Angelo Zomegnan ha chiuso la mattinata.

Patron Zomegnan che infine con l’ultimissima battuta non ha nascosto che sta già lavorando alacremente per portare a Parma l’arrivo di un’importante tappa del Giro già nel 2011 e che si potrebbe sviluppare tutta in territorio provinciale.

Ora è ufficiale e lo si può dire con certezza: il Giro d’Italia è già iniziato.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in PRTV.IT SPORTPARMA