Entra in contatto:

Colorno – Agazzanese 4-2, highlights e interviste

Eccellenza gir. A

Colorno – Agazzanese 4-2, highlights e interviste

Un punto in 3 partite è un bottino troppo misero per il Colorno che vuole ambire ai vertici dell’Eccellenza. Ma nell’ottava giornata l’ostacolo insidioso da superare è una squadra avanti di 3 punti in classifica: l’Agazzanese allenata da quel Gianluca Piccinini che guidò i rivieraschi dal 2007 al 2011 e ancora dal 2014 al 2016.

Dopo la sconfitta nel derby con la Fidentina, mister Piccioni ridisegna l’undici gialloverde, che parte inizialmente con un 4-3-3: il giovane Ormindelli, Minutolo, Bastrini e Zaccariello a comporre la cerniera difensiva davanti a Corradi; Arati in mediana sostenuto da Morrone e Bandaogo liberi di incunearsi nel tridente composto da Buongiorno, Altinier e Malivojevic.
Protagonista sin qui con 5 vittorie e 1 pareggio in 7 partite, la formazione della val Luretta si presenta piena di certezze: il parmense Reggiani leader di difesa, Mastrototaro in cabina di regia e davanti il tridente Pastorelli, Delfanti, D’Aniello.

Al 7′ una transizione offensiva di Morrone rompe gli indugi della partita: il numero 4 gialloverde imbuca per vie centrali Malivojevic che viene fermato dall’uscita del portiere Borges, bravo a non fare fallo e a toccare soltanto la sfera.
Senza tenere grandi ritmi, il Colorno sembra prevalere nei primi minuti: al 16′ bella opportunità costruita dagli uomini di Piccioni, con il cross dall’out mancino di Zaccarello raccolto dalla volée di Altinier: a lato di poco. Colorno ancora pericoloso al 23′ con Bandaogo, il cui tiro-cross dal lato mancino dell’area di rigore passa davanti a tutto lo specchio della porta, senza però trovare nessuna deviazione vincente sotto misura.
Al 25′ sono gli ospiti a costruire la più importante palla-gol per schiodare lo 0-0: cross dalla trequarti di Mastrototaro intercettato da Delfanti che appoggia a centro area a D’Aniello: tiro a botta sicura, miracolo di Corradi, che tiene a galla i gialloverdi. Al 34′ il Colorno torna ad attaccare con un’azione manovrata: Zaccariello premia la sovrappozione in area di Bandaogo, pallone per Altinier che, anche stavolta, non inquadra lo specchio. Ma come capitato in precedenza, l’Agazzanese sa come colpire i padroni di casa e, infatti, al 40′ è ancora l’undici di Piccinini ad andare sensibilmente a un passo dal gol del vantaggio: D’Aniello, in sospetta posizione di fuorigioco, s’invola sulla fascia e dalla sinistra mette al centro per Delfanti che a porta spalancata calcia incredibilmente sul fondo.

La ripresa si apre con un’occasione, al 6′, sul primo e unico corner in favore dei gialloverdi: Bastrini svetta in mischia ma manda abbondantemente sopra la traversa. Un minuto più tardi è Bandaogo a crearsi una chance, grazie a una percussione centrale conclusa con un tiro mancino dal limite che non inganna Borges.
Gli uomini di mister Piccioni crescono minuto dopo minuto e al 17′ si portano in vantaggio: recupero alto del possesso, pallone in profondità per Malivojevic che con un preciso diagonale supera il portiere dei piacentini. Sesto gol in campionato per il numero 10 ducale.
I gialloverdi cercano il raddoppio e al 24′ è Marmiroli, da poco entrato, ad andare vicino alla gioia personale, chiudendo una lunga azione corale con un destro al volo che esce, di poco, dal palo alla destra di Borges. Il 2-0 è soltanto rimandato al 28′ quando i parmensi sono micidiali in ripartenza: pallone sulla sinistra a Malivojevic che inventa un assist al bacio per Altinier, spaccata vincente e Borges non può nulla. Consolidata l’intesa con il numero 10 gialloverde, e anche per il bomber mantovano arriva il sesto centro in questo avvio di torneo.
Il doppio vantaggio sembrerebbe mandare in archivio la sfida. Ma non è così. Il 2-0 dura soltanto 5 minuti, perché il Colorno regala letteralmente un gol all’Agazzanese al 33′: errato disimpegno dentro l’area di rigore di Bastrini, ne approfitta Forbiti che in tap-in fa 2-1. La fasi del match sono concitate e l’ennesimo capovolgimento di fronte arriva al 37′: il tocco di Riccardi su un lungo lancio anulla la posizione di fuorigioco di Abdelazim che ha vita facile a trafiggere Borges per la terza volta nel pomeriggio. Dopo la rete inutile al Real Formigine, il vice Altinier torna a segnare e lo fa per la prima volta davanti al pubblico di casa.
L’Agazzanese, però, non si dà per vinta e trova la rete del 3-2 che riaccende le speranze: al 43′ Reggiani dalla propria metà campo calcia profondo in area una punizione su cui Forbiti spizza di testa per Corbellini, altro neo entrato, che da posizione defilata incenerisce sul suo palo Corradi. Al 45′ è ancora Forbiti, scatenato, a cercare il pareggio e la possibile doppietta: ma la sua girata dal limite dell’area termina alta. Il Colorno deve soffrire fino in fondo, quando l’Agazzanese al quinto e ultimo di recupero ha una punizione su cui decide di mandare a saltare anche il proprio portiere Borges, ma la palla viene sputata fuori dalle maglie gialloverdi e Morrone dà il là al contropiede: Fall sul più bello, a porta sguarnita, viene rimontato da D’Aniello, ma ci pensa Abdelazim a insaccare il gol del definitivo 4-2.


COLORNO – AGAZZANESE 4-2
Reti: st 17′ Malivojevic (C), 28′ Altinier (C), 33′ Forbiti (A), 37′ Abdelazim (C), 43′ Corbellini (A), 51′ Abdelazim (C)

COLORNO: Corradi, Ormindelli, Zaccariello (20′ st Ghirardi), Morrone, Bastrini, Minutolo, Bandaogo, Arati (49′ st Diaw), Altinier (31′ st Abdelazim), Malivojevic (39′ st Fall), Buongiorno (20′ st Marmiroli).
A disposizione: Bukova, Manghi, Illari, Toma. All. Piccioni.
AGAZZANESE: Borges, Bragalini, Barba, Mastrototaro (35′ st Corbellini), Reggiani, Mauri (23′ st Forbiti), Farina (23′ st Riccardi), Gueye (42′ st Moltini), Delfanti (42′ st Lombardi), Pastorelli, D’Aniello.
A disposizione: Di Maio, Vago, Bolzoni, Harunaj. All. Piccinini.
Arbitro: sig. Mellone di Modena.
Assistenti: sig. Casoni e sig. Dri Reggio Emilia.
Note: campo “Comunale” di Colorno. Ammoniti: al 34′ st Marmiroli (C), al 46′ st Bandaogo (C), al 50′ st Minutolo (C), per gioco falloso, al 48′ st Corradi (C) per comportamento non regolamentare. Corner: 1-4 (0-1). Recupero: 1′ pt, 5′ st.

 

 

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A

© RIPRODUZIONE RISERVATA