Entra in contatto:

Colorno – Campagnola 1-0, highlights e interviste

Eccellenza gir. A

Colorno – Campagnola 1-0, highlights e interviste

Contro il fanalino di coda Campagnola, l’altalenante Colorno (due vittorie e due sconfitte nelle ultime quattro partite) deve assolutamente cancellare il brutto passo falso di settimana scorsa in quel di Castelvetro.

I primi due posti, lontani 14 punti, sono un miraggio, ma i gialloverdi devono salvare l’onore: per riuscirci il tecnico La Rosa — vecchia conoscenza dei reggiani, condotti alla salvezza ai playout la scorsa stagione — lascia in panchina i nuovi arrivati Tosolini e Rosa Gastaldo e punta tutto sulla vecchia guardia. Assenti per squalifica Altinier, in attacco, e Morrone, a centrocampo: dentro dal 1′ Ghirardi come centravanti e Bandaogo come mezz’ala destra.
Con la zona playout distante 7 lunghezze, i rosanero devono fare una rimonta disperata e intanto si aggrappano al fattore trasferta, dove sin qui hanno raccolto ben 10 dei 13 punti in classifica. 4-3-1-2 per lo squalificato mister Ferraboschi che schiera gli ex Minutolo, al centro della difesa, e Mastaj, in attacco per formare con Roversi un tandem supportato da capitan Jorge Sgro.

Al primo spunto di cronaca arriva già il gol che apre il match: al 4′ corner di Malivojevic allontanato dalla difesa ospite, Vincenzi raccoglie al limite e con un destro terra-aria spedisce il pallone all’incrocio dei pali. Primo gol stagionale — e che gol! — per l’odierno capitano colornese. Al 12′ gialloverdi vicini al bis: traversone dalla sinistra di Rizzi, Galafassi è pronto all’appuntamento sotto porta ma non impatta bene, pallone fuori misura. Ancora pericoloso il Colorno al 17′: Malivojevic riceve palla, punta l’uomo e lo salta, impegnando sul suo palo Stefanelli che ci mette la mano di richiamo.
Al 19′ si fa vedere anche il Campagnola con una transizione conclusa, senza troppa convinzione, da un rasoterra di Jorge Sgro che non inquadra la porta. Un minuto dopo è più minaccioso il tentativo di Roversi che costringe Narduzzo a tuffarsi e rifugiarsi in calcio d’angolo.
Colossale occasione per il pareggio al 34′ che capita a Jorge Sgro, lanciato in campo aperto a tu per tu con Narduzzo: il “Pato” calcia a botta sicura ma con un attimo di ritardo, decisiva e miracolosa la deviazione in recupero di Diaw, che alza la traiettoria sopra la traversa.
Al 42′ si mette in proprio il baby Galafassi che converge in area dalla destra e, dopo uno slalom gigante, calcia di potenza: pallone alto di un soffio. Sul rinvio dal fondo del portiere, Ghirardi recupera il possesso e verticalizza per Malivojevic che prova a sorprendere Stefanelli con un tocco sotto che si perde sul fondo. Va così in archivio il primo tempo.

La ripresa si apre nel segno di un contropiede non sfruttato dal Campagnola: i rosanero ripartono in un 4 contro 4, Minutolo pesca in profondità Jorge Sgro, murato da Narduzzo in uscita.
Al 10′ Galafassi verticalizza per Bandaogo che da destra mette in mezzo per Ghirardi che calcia sulla figura di Stefanelli. Un minuto dopo ancora gialloverdi a un passo dal gol: punizione scodellata da Vincenzi per Malivojevic che aggira il portiere con tiro radente, salvato sulla linea da Minutolo. Girandola di cambi: tra gli ospiti al 23′ Pivetti prende il posto del 2006 che Catellani, entrato 5′ prima giusto in tempo per un’ammonizione. Nel Colorno dentro il nuovi acquisti Tosolini e Rosa Gastaldo, quest’ultimo al debutto. Al 29′ ancora attivo Galafassi, che recupera il pallone allontanato dalla difesa rosanero, e conclude dal limite: soluzione completamente imprecisa.
Al 37′ termina anzitempo anche la partita di Odoro, costretto a chiedere il cambio (l’ultimo per il Campagnola) dopo soli 19′. Al 44′ il Campagnola ha una ghiotta occasione: filtrante di Riccò, Diaw scivola e Mastaj se ne va in porta, ma Narduzzo salva con un’uscita provvidenziale. Ancor più incredibile quel che succede al 2′ dei 4 di recupero: Tosolini buca l’intervento e Narduzzo è fenomenale sul tiro ravvicinato di Pivetti, poi la ribattuta di Messori viene salvata in modo provvidenziale da Rosa Gastaldo, prima che Bandaogo liberi l’area.

Campagnola vicinissimo al colpaccio, ma non basta a evitare la diciassettesima sconfitta che confina i rosanero all’ultimo posto ancora con la Castellana Fontana (la cui partita contro la Cittadella Vis Modena è stata sospesa). Per il Colorno arriva l’ottava vittoria casalinga su 12 incontri: Vincenzi e soci guadagnano tre punti sul Castelfranco e si portano a -11 dal secondo posto.


COLORNO – CAMPAGNOLA 1-0
Reti: pt 4′ Vincenzi

COLORNO: Narduzzo, Zaccariello, Rizzi, Mat. Vincenzi, Diaw, Bastrini (25′ st Tosolini), Galafassi (42′ st Toma), Bandaogo, Ghirardi (30′ st Rosa Gastaldo), Malivojevic, De Luca.
A disposizione: Cermaglia, Crescenzi, Buongiorno, Manghi. All. La Rosa.
CAMPAGNOLA: Stefanelli, Errichiello, Messori, Michelini (31′ st Calabretti), Camara, Minutolo, Roversi (18′ st Odoro, 37′ st Gigante), Riccò, Mastaj, Jorge Sgro, Alouan (18′ st Catellani, 23′ st Pivetti).
A disposizione: Ripesi, Platani, Bellentani, Chechic. All. Mau. Vincenzi (Ferraboschi squalificato).
Arbitro: sig. Ferruzzi di Albano Laziale.
Assistenti: sig. Vegezzi e sig. Ferri di Piacenza.
Note: campo “Comunale” di Colorno. Ammoniti: al 13′ pt Ghirardi (Co), al 19′ st Catellani (Ca) per gioco falloso. Corner: 3-4 (2-3). Recupero: 1′ pt, 4′ st.


(In copertina, il duello tra Mastaj e Malivojevic in Colorno-Campagnola 1-0 – Foto: Alberto Grasso)
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Eccellenza gir. A

© RIPRODUZIONE RISERVATA