SEGUICI SUI SOCIAL

Felino-Brescello 4-2, highlights e interviste ai protagonisti

Promozione

Felino-Brescello 4-2, highlights e interviste ai protagonisti

Dopo le prime due gare di Promozione il Felino si ritrova già a punteggio pieno e in vetta alla classifica del girone A. La prima casalinga al “Ninetto Bonfanti” porta bene ai rossoblù che, nel big match della domenica, riescono a superare un Brescello mai domo. Devastante l’impatto alla gara dei padroni di casa, avanti di due gol in meno di dieci minuti; il Brescello ha risposto colpo su colpo, ma ha commesso diverse ingenuità difensive e ha mancato di precisione in zona gol.

Nel suo 4-2-3-1 mister Pioli sceglie le ali Lauriola e Bottarelli per far reparto assieme a Miftah e Mezgour; rimandato invece l’esordio dell’ex Taranto Alessandro Potenza, comunque presente sugli spalti per seguire i nuovi compagni. Gli ospiti rispondono con un 4-3-3 in cui sono Genova e Siciliano ad ispirare la prima punta Ouaden. Ritmi elevati e partita spettacolare fin dalle prime battute.

Al 4′ i padroni di casa sono già avanti: il portiere Oppici anticipa una palla filtrante fuori dall’area di rigore, ma sbaglia il disimpegno coi piedi. Lauriola intercetta il corto rilancio del numero uno reggiano e realizza con un pregevole pallonetto dai venticinque metri il gol dell’immediato 1-0. Due giri di lancette più tardi e il più illustre degli ex, Hicham Mifath, sfiora la via della rete su un calcio di punizione che si spegne a lato di poco. Il perfetto approccio alla gara del Felino mette in crisi la retroguardia degli ospiti, che al 7′ capitolano per la seconda volta quando capitan Caiti con una maldestra scivolata insacca nella propria rete un cross basso proveniente dalla fascia destra. Il 2-0 sembra spianare la strada al Felino, ma la reazione del Brescello non si fa attendere: al 22′ un tiro di Urbano viene deviato e mette Genova in condizione di battere a rete, ma Terenzio, con una coraggiosa uscita, si supera e nega il gol al numero 10 gialloblù. Quattro minuti più tardi arriva il gol dei ragazzi di mister Piccinini: corner di Genova e deviazione vincente da zero metri di Coli. Il Brescello accorcia dunque le distanze e torna in partita. Poco prima della mezz’ora ci sarebbe l’incredibile chance del possibile 2-2: l’arbitro Lauri di Modena decreta il calcio di rigore per un evidente fallo di Sartori su Siciliano all’interno dell’area dei rossoblù. Dagli undici metri si presenta Urbano che cestina tutto sparando il pallone sopra la traversa. Dopo qualche minuto di sbandamento il Felino alza il baricentro e prova a farsi rivedere dalle parti di Oppici, ma il portiere ospite non si fa sorprendere al minuto 35 dal tiro dalla lunga distanza tentato da Bottarelli. L’ultima occasione del primo tempo è di marca Brescello: al 42′ Genova verticalizza per Ouaden che calcia a rete, trovando ancora una volta i guantoni dell’attento Terenzio.

Al rientro in campo, dopo due giri di orologio, Lauriola va vicino alla doppietta personale: ma la sua sortita si chiude con un tiro che finisce alto di poco. La formazione reggiana risponde al 9′ con il tentativo di Siciliano, che però ha poca fortuna. Al minuto 17 altro episodio da moviola. Gozzi atterra un avversario all’interno dell’area: l’arbitro Lauri indica di nuovo il penalty, vibranti le proteste dei reggiani. Dal dischetto Miftah opta per la soluzione di potenza, spiazzando Oppici, e fa 3-1. Mister Piccinini allora si gioca la carta Maestrini e il cambio dà subito gli effetti sperati: il neo entrato accorcia le distanze, al 22′, con un preciso diagonale rasoterra che si insacca alla destra di Terenzio. Il Brescello, tornato di nuovo in partita, va alla caccia del pari, ma Terenzio, dopo diverse parate salva-risultato, indossa anche i panni dell’assist man. Infatti, è direttamente dal suo rinvio che arriva al 31′ il gol del definitivo 4-2: Mezgour non fa altro che agganciare il pallone, dribblare l’ultimo avversario e depositare in rete. Gioia infinita per la compagine rossoblù, che chiude i conti. Emozioni terminate? Neanche per sogno. Nel finale c’è spazio per il palo colpito, al minuto 40, da Genova (con conseguente ribattuta a rete di Cornali annullata per presunto fuorigioco) e per la ghiotta occasione capitata sulla testa di Pisani, al 43′, sugli sviluppi di un corner calciato dal solito Genova. Ma il risultato non cambierà più: a far festa sono Miftah e compagni.

 

Felino-Brescello 4-2 4’ pt Lauriola (F), 7’ pt aut. Caiti (F), 26’ pt Coli (B), 17’ st rig. Miftah (F), 22’ st Maestrini (B), 31’ st Mezgour (F)

FELINO: Terenzio, Delnevo, Sartori, Crescenzi, Curti, Mancini, Bottarelli (1’ st Angelini), D’Urso, Mezgour, Miftah, Lauriola (1’ st Sarr). A disposizione: De Petri, Castagnaro, Gasparotto, Petito, Maggiorelli. All. Pioli.
BRESCELLO: Oppici, Boni, Bertoli, Coli, Caiti, Gozzi (30’ st Cornali), Benassi (40’ st Pisani), Urbano (15’ st Maestrini), Ouaden, Genova, Siciliano (35’ st Sconziano). A disposizione: A. Piccinini, Russo, Porti. All. G. Piccinini.
Arbitro: sig. Matteo Lauri di Modena.
Assistenti: sig. Donato Lo Re di Piacenza e sig. Gliton Pali di Parma
Note: terreno di gioco in buone condizioni, nonostante la pioggia. Al 29′ pt Urbano (B) sbaglia un calcio di rigore. Ammoniti: Caiti (B) al 7′ pt, Curti (F) al 29′ pt, Delnevo (F) al 46′ pt, Gozzi (B) al 17′ st, Lauriola (F) al 24′ st. Angoli: 0-3.

 

 

LE INTERVISTE POST-PARTITA:

 

(Highlights per gentile concessione del programma “91° Minuto”)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione