Entra in contatto:

Volley

Energy Volley, Quartarone: «Progetto ambizioso, avevo voglia di rimettermi in gioco»

Energy Volley, Quartarone: «Progetto ambizioso, avevo voglia di rimettermi in gioco»

La WiMORE Energy Volley Parma è lieta di comunicare l’ingaggio del palleggiatore Davide Quartarone, nelle ultime due stagioni in forza a Castellana Grotte, che completa il roster a disposizione di coach Alberto Raho per il campionato di Serie B maschile.

Classe ’86, siciliano di Ragusa, è cresciuto pallavolisticamente tra le fila di Pachino e Nicosia e ha trascorso la maggior parte della carriera nella massima serie: Montichiari, Martina Franca, Taranto e la stessa Castellana Grotte in A1, Gela, Brescia e Bolzano in A2, a cui si sommano le esperienze di Pizzo Calabro, Messina e Bolzano tra i cadetti, nel personale tour d’Italia che ora proseguirà a Parma.

Il direttore sportivo della WiMORE Energy Volley Parma, Alessandro Grossi, aveva la necessità di sostituire Bonante in cabina di regia e ha portato a casa un colpo da novanta per la Serie B. “Ci siamo guardati intorno e sotto l’aspetto tecnico la nostra prima scelta è sempre stata quella di Davide: tra i palleggiatori svincolati era sicuramente il più interessante con trascorsi ad alto livello. E’ un lusso per la categoria, ne vale almeno due in più e si tratta di un innesto importante che ci consentirà di fare il salto di qualità. Mi è sembrato fin da subito molto carico e propositivo, sarà un punto di riferimento anche per Colangelo che da lui potrà imparare tante finezze del mestiere. Si farà apprezzare dentro e fuori dal campo con il suo carisma e siamo veramente entusiasti che abbia accettato di sposare il progetto della WiMORE Energy Volley Parma.

Quartarone, che aveva deciso di fermarsi per il momento anche a causa dell’emergenza Covid-19, è tornato sui suoi passi e ora si prepara a cominciare una nuova avventura lontano da casa. “Ci siamo trovati nel momento giusto, pensavo di fare qualcos’altro nella mia vita poi è arrivata questa proposta e ho preso la palla al balzo”.

Cosa ti ha convinto a dire sì?
“Il progetto di Parma che è una piazza storica della pallavolo, la società è ambiziosa e avevo voglia di rimettermi in gioco. Sono sicuro della mia scelta, avverto un’aria positiva”.

Come giudichi la squadra?
“Ho giocato due stagioni con Rodella a Brescia, insieme abbiamo ottenuto la promozione dalla B1 alla Serie A2. Conosco Grassano come atleta e persona, Magnani, Miselli e Smiriglia li ho incrociati da avversari: sulla carta siamo una squadra competitiva poi bisognerà dimostrarlo in campo”.

Quanto tempo ci vorrà per completare l’affiatamento?
“Mi dovrò impegnare abbastanza per mettermi al passo coi compagni, ci sarà tanto da fare in questo mese ma speriamo di essere pronti prima dell’inizio del campionato. La voglia di lavorare non mi manca”.

A chi ti ispiri?
“Il mio palleggiatore preferito è sempre stato Ricardinho, il più forte di tutti i tempi. Sono un amante della vecchia scuola”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Volley