Entra in contatto:

Volley

Il Galaxy Inzani si aggiudica l’andata dei playout

Il Galaxy Inzani si aggiudica l’andata dei playout

In un PalaCasalini di Parma gremito, il Galaxy Inzani fa valere il fattore campo e vince 3-0 contro il Tomolpack Marudo, in una gara molto combattuta al di là del netto punteggio finale.

Coach Morabito conferma il sestetto visto nell’ultimo incontro a meno della rinuncia obbligata a Chiodarelli, fuori per un problema fisico: They opposta a Ciarlini, bande Candio e Cattini, al centro con Ferrari si rivede Brandi, al rientro dopo uno stop di 40 giorni (libero Domeniconi). Selmi, coach di Marudo, inserisce Bisio in coppia con Cattaneo al centro, Ducoli e Mazzi come bande e la diagonale Riso-Boffi (il libero è Farè).
Nel primo set, partenza subito a razzo delle padrone di casa, che si portano sull’8-3 con Cattini e Ciarlini in battuta molto incisive; il punteggio si mantiene su questo divario fino al 13-9, ma Marudo si rimette in partita con un parziale di 5-0 che permette alle ospiti di mettere la testa davanti sul 13-14. Tre attacchi di Candio e un errore di Marudo porta il Galaxy Inzani di nuovo avanti sul 17-14 ma la squadra di Selmi non demorde e riesce a impattare sul 24 pari. Ai vantaggi, la maggiore determinazione di Candio e compagne ha la meglio e consente al Galaxy Inzani di aggiudicarsi il set col punteggio di 27-25, grazie a Ferrari e ancora Candio (con i due punti finali).
Il secondo set ha un inizio simile al primo, il Galaxy Inzani si porta prima sull’8-4e poi sul 16-11, ma qualche errore di troppo rimette in partita Marudo, fino al 19-18. Ciarlini è però brava a continuare a innescare le attaccanti più in palla e il set termina 25-21 con Candio e They a firmare la chiusura del parziale.

Nel terzo set si ha, dopo un altro ottimo inizio del Galaxy Inzani (6-3), la reazione d’orgoglio di Marudo, che mette la testa davanti sul 6-7. Le padrone di casa fanno valere la maggiore reattività al centro con Ferrari, ben servita da Ciarlini, e si rimette avanti prima 12-8 e 18-10. Di nuovo qualche errore di troppo allunga la durata del set, ma Cattini (22-16) e poi They (punto finale) permettono di chiudere il set per 25-20 e dare i tre punti al Galaxy Inzani.
Il Galaxy Inzani ha disputato una gara efficace e di grande personalità; l’assenza di Chiodarelli è stata ben coperta dal rientro di Brandi e dalla prova importante dei nostri attaccanti laterali, sempre ben servite da Giada Ciarlini che ha messo in seria difficoltà il muro ospite con la sua distribuzione di gioco. Ottima prova corale, in cui spiccano Candio (19 punti) e They (17), autrici di una prestazione completa in tutti i fondamentali.

Soddisfatto il team manager Luigi Scrimieri: “Oggi era davvero importante continuare nella striscia positiva di prestazioni e conseguenti risultati, che ci hanno permesso di riagganciare Marudo e disputare i playout; abbiamo dovuto rinunciare all’ultimo momento a una giocatrice importante come Chiodarelli, che è una giocatrice fondamentale per il nostro gioco. Il gruppo oggi è stato ancora una volta davvero eccezionale: bravissimi staff tecnico e atlete a tenere sempre alto il ritmo e imporre la nostra maggiore determinazione. Sono fiducioso – conclude il dirigente – per il ritorno in un campo caldo come quello di Marudo, dove cercheremo di fare il nostro gioco”.
Ritorno sabato prossimo nella palestra di Marudo per le ore 21; vale il regolamento internazionale, che tiene conto del computo dei punti per gara e non dei set.

GALAXY INZANI – TOMOLPACK MARUDO 3-0 (27-25; 25-21; 25-20)

GALAXY INZANI: Ciarlini 6, Candio 19, Brandi 5, They 17, Cattini 8, Ferrari 8, Domeniconi L; Boschesi. NE: Bussi, Gandolfi, Pradella L, Ghirardotti, Dall’Aglio. All: Morabito – Carboni.
TOMOLPACK MARUDO: Riso 5, Mazzi 6, Bisio 4, Boffi 9, Ducoli 8, Cattaneo 6, Farè L; Suvighi L, Gualazzi. NE: D’Alessandro, Galeone, Lupidi. All: Selmi.

Arbitri: Dallegno – Tagliaferro di Vicenza.
Note: Ricezione: Galaxy Inzani 37%, T. Marudo 35%;
Attacco: Galaxy Inzani 40%, T. Marudo 28%; Ace: Galaxy Inzani 5, T. Marudo 6. Muri: Galaxy Inzani 3, T. Marudo 4.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Volley