Entra in contatto:

Volley

La striscia della Wimore Parma si arresta a Fano contro la capolista

Foto: Chiara McKay

La striscia della Wimore Parma si arresta a Fano contro la capolista

Si ferma a quattro la striscia di vittorie consecutive della WiMORE Parma che, pur cedendo di  schianto i primi due set, non sfigura in casa della capolista Vigilar Fano, costretta a combattere fino  alla fine per ottenere i tre punti.

Il 3-1 finale (25-12, 25-16, 20-25, 25-22) in favore dei marchigiani, a segno alla quinta palla match, ben fotografa una prestazione dai due volti dei gialloblù, sopraffatti al servizio e a muro nella prima ora di gioco ma poi capaci di risollevarsi e tornare prepotentemente in partita, anche per merito degli ingressi di Ferraguti e Beltrami, e accarezzare a lungo il sogno di arrivare al tie-break, reso vano dall’accelerazione dei biancorossi a metà del quarto set. Il ko del Palas Allende provoca solo il sorpasso di Bologna, adesso sopra di una lunghezza rispetto a Sesto e compagni che scivolano in settima posizione, l’ultimo piazzamento utile per accedere alla fase post season.

Coach Andrea Codeluppi schiera il palleggiatore Chakravorti, l’opposto Dimitrov, gli schiacciatori Rossatti e Reyes, i centrali Sesto e Fall e Cereda nel ruolo di libero, il collega  Castellano getta nella mischia Zonta in regia, Marks opposto, Gozzo e Ferri in banda, Ferraro e  Maletto al centro e il libero Raffa che scappano subito avanti 0 a 5 grazie alle bordate di Marks e a qualche fallo di troppo degli avversari. Il muro di Ferraro (2-8) e l’ace di Marks (3-11) dilatano il gap  in un avvio a senso unico consolidato da un altro servizio vincente di Ferri (4-13) e da un tocco di seconda di Zonta (4-14). Daniel Codeluppi prende il posto di Reyes ma i ducali continuano a  commettere errori e si ritrovano sotto 5 a 19 complici anche la “pipe” di Ferri e il muro di Gozzo poi  a chiudere il set mai in discussione ci pensa il “mani out” di Marks (12-25). Nel secondo rientra  Reyes e Dimitrov regala il primo vantaggio ai suoi (1-0) cancellato dal muro di Ferri (1-2) che  schiaccia a terra la diagonale del 3 a 5 ripetendosi a stretto giro di posta anche a muro (3-6). Il “mani  fuori” di Rossatti vale il meno due (8-10) amplificato, però, dal contrasto a rete di Maletto (9-13) e dal muro di Marks (9-14) che obbliga la panchina ospite a chiamare il time-out. Ma l’ace di Gozzo (10-16) allarga ulteriormente il divario, ricucito, in minima parte, dalla parallela del neoentrato  Ferraguti (14-18) e ripristinato dal primo tempo di Ferraro (15-21) e dalla diagonale di Gozzo (15- 22) in un monologo legittimato dall’ace di Sabatini (16-25), subentrato nell’occasione in battuta.

Nel  terzo parziale c’è ancora Ferraguti ma il muro di Ferri determina già il primo break (2-4) annullato  da due muri consecutivi dello stesso Ferraguti (4-4) che timbra il sorpasso in parallela (6-5). Il muro di Fall e il contrattacco di Rossatti confermano il buon momento di Parma (12-8), ora decisamente  più pimpante e trascinata in alto da un super Ferraguti a muro (14-9) e dall’ace di Rossatti (15-9). Il muro di Sesto (18-12) affossa i padroni di casa che incassano il muro di Beltrami (23-18), in  campo per Dimitrov, e, nonostante l’ultimo tentativo di riavvicinamento assicurato dal muro di Ferraro (23-20), alzano bandiera bianca sull’attacco fuori misura di Ferri (25-20). Nel quarto, resta  sul taraflex Beltrami, inizio equilibrato spezzato dal muro e dall’ace di Ferraguti (7-6) imitato da Chakravorti (10-8) sempre dalla linea dei nove metri. L’ace di Maletto ristabilisce la parità (10-10)  in una lotta punto a punto (15-15) interrotta da due “bombe” di fila di Gozzo al servizio (15-17) e dal muro di Maletto (15-18). L’ace fortunoso di Marks (17-22) permette di ipotecare l’intera posta in  palio ma la WiMORE, con un sussulto d’orgoglio e l’efficacia di Beltrami in battuta, rintuzza quattro  match ball prima di soccombere a testa alta alla diagonale di Gozzo (22-25).

A fine partita lo  schiacciatore Fabrizio Ferraguti, entrato a gara in corso e top scorer della squadra assieme a Rossatti a quota 11 punti, si rammarica ma sottolinea anche le note positive. “Peccato perché dopo i primi due set abbiamo avuto una bella reazione, siamo riusciti a portare a casa il terzo poi nel  quarto abbiamo lottato punto a punto fino a metà poi Fano ha dimostrato il proprio valore essendo  la prima in classifica. Nei primi due set hanno battuto molto bene e la nostra ricezione ha sofferto parecchio, unita al fatto che il loro è un muro molto importante, sono giocatori molto fisici e ci hanno messo in difficoltà nel nostro cambio palla. Sono contento di dare una mano alla squadra quando serve, cerco sempre di dare il massimo come tutti quelli che entrano e chi gioca dall’inizio. Peccato perché potevamo fare una piccola impresa, ci è mancato poco. San Donà? Dovremo giocarcela molto meglio, soprattutto, nei primi due set, cercheremo di essere sempre aggressivi supportati dal nostro stupendo pubblico”.
Prossimo impegno in programma domenica 29 gennaio alle 19 al PalaRaschi con il Volley Team San Donà di Piave, piegata in tre set tra le mura amiche dalla Med Store Tunit Macerata e in piena zona Play Out.

Qui, di seguito, il risultato ed il tabellino della partita tra Vigilar Fano e WiMORE Parma valida per la  diciassettesima giornata del Girone Bianco del campionato di Serie A3 Credem Banca:

Vigilar Fano-WiMORE Parma 3-1 (25-12, 25-16, 20-25, 25-22) 

VIGILAR FANO: Zonta 1, Marks 20, Gozzo 11, Ferri 18, Ferraro 9, Maletto 13, Raffa (L), Sabatini 1, Gori, Carburi, Partenio, Roberti 1. N.e. Galdenzi, Tito (L). All.: Castellano-Roscini
WiMORE PARMA: Chakravorti 3, Dimitrov 3, Rossatti 11, Reyes 1, Sesto 6, Fall 6, Cereda (L), D. Codeluppi, Ferraguti 11, Colangelo, Beltrami 4. N.e. Zecca (L), Bussolari, Chirila. All.:  A. Codeluppi-Borghi
ARBITRI: Davide Morgillo (Napoli)-Matteo Mannarino (Roma)
NOTE: Vigilar Fano: servizi vincenti 8, servizi sbagliati 18, errori in ricezione 3, attacchi vincenti 57%,  errori in attacco 8, muri 11. WiMORE Parma: s.v. 3, s.s. 12, errori in ricezione 8, a.v. 41%, errori in  attacco 5, muri 8. Durata set: 19’, 25’, 29’, 30’; tot. 103’. 


RISULTATI DICIASSETTESIMA GIORNATA GIRONE BIANCO SERIE A3

Volley Team San Donà di Piave-Med Store Tunit Macerata 0-3 (21-25, 19-25, 14-25)
Gamma Chimica Brugherio-Sol Lucernari Montecchio Maggiore 3-0 (25-19, 25-17, 25-21)
Abba Pineto-Moyashi Garlasco 3-0 (25-20, 25-18, 25-21)
Da Rold Logistics Belluno-Stadium Pallavolo Mirandola 3-2 (25-23, 25-20, 15-25, 12-25, 16-14)
Monge-Gerbaudo Savigliano-TMB Monselice 3-2 (25-16, 25-22, 27-29, 20-25, 15-13)
Vigilar Fano-
WiMORE Parma 3-1 (25-12, 25-16, 20-25, 25-22)
Geetit Bologna-ErmGroup San Giustino 3-0 (26-24, 25-18, 25-17) 

CLASSIFICA GIRONE BIANCO

Vigilar Fano 43; Abba Pineto 40; Monge-Gerbaudo Savigliano* 35; Med Store Tunit Macerata 32; Da Rold Logistics Belluno 28; Geetit Bologna 26; WiMORE Parma 25; Moyashi Garlasco,  ErmGroup San Giustino 23; Sol Lucernari Montecchio Maggiore 19; Volley Team San Donà di  Piave 18; Gamma Chimica Brugherio* 17; Stadium Pallavolo Mirandola 14; TMB Monselice 11.  

*una gara in meno

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Volley

© RIPRODUZIONE RISERVATA