Entra in contatto:

Volley

L’Energy Volley presenta Bartoli e Ferraguti

L’Energy Volley presenta Bartoli e Ferraguti

La WiMORE Energy Volley Parma comunica l’ingaggio dell’opposto Alessandro Bartoli (nella foto), che aveva iniziato la scorsa stagione al Cappu Volley prima di approdare tra le fila di Canottieri Ongina con cui è arrivato fino alla finale play-off di Serie B poi persa in favore di Garlasco.

Nato il 4 settembre 1989 a Modena e cresciuto nella squadra della sua città, Bartoli, che a marzo affrontò Parma da avversario quando vestiva la maglia di Ongina, vanta ben sei promozioni in carriera tra Perugia, Ravenna, Reggio Emilia, Modena Est e l’ultima, in ordine temporale, nella stagione 2017-18 a Campegine sotto la guida di coach Stefano Levoni che ora ritroverà a Parma. “Ho avuto il piacere di allenarlo a Campegine in un’annata positiva culminata con il salto in A2 –spiega il neo tecnico della WiMORE Energy Parma– Alessandro è un giocatore di altissimo valore, se sta bene fisicamente fa la differenza.
La battuta e l’attacco costituiscono i suoi punti di forza: a me piace molto perché è un opposto che non ha la palla dedicata ma riesce a lavorare su tanti tempi di palla, dalla veloce a quella alta. Si adatta molto agli alzatori e gli schiacciatori che si adattano al palleggiatore sono i migliori”. Tanti i motivi che hanno portato Bartoli, che ha militato anche a Bologna, Portomaggiore e Sora,a sposare il progetto della società gialloblù, per il secondo anno consecutivo al via del campionato cadetto. “Il progetto è interessante e mi ha convinto, in primis, il fatto che ci fosse Levoni in panchina. C’è un gruppo molto ambizioso, possiamo fare bene poi si vedrà durante l’anno“.

La WiMORE Energy Volley Parma è lieta di annunciare l’arrivo dello schiacciatore Fabrizio Ferraguti, già nel 2017-18 in forza all’Energy e nelle ultime due stagioni protagonista nell’Audax in Serie C. Nato nel ’95 a Modena, Ferraguti è stato per diversi anni una grande promessa del nuoto a livello giovanile dove ha fatto incetta di titoli provinciali e regionale e nel 2014 si è aggiudicato la medaglia d’argento nella staffetta 4×100 mista ai Campionati Italiani Juniores, oltre al quarto posto nella prova individuale dei 100 dorso.
Poi la svolta nel 2016 quando, dopo aver ottenuto la quindicesima posizione agli Assoluti nei 50 dorso, ha deciso di voltare completamente pagina e iniziare a giocare a pallavolo tra le fila dell’Eureka in C: seguono a ruota le esperienze all’Energy, ancora all’Eureka e, infine, all’Audax prima della chiamata di quest’anno in Serie B. “Fabrizio è un ragazzo molto interessante che corteggiavamo da tempo -spiega il direttore sportivo della WiMORE Energy Parma, Alessandro Grossi– è dotato di mezzi fisici importanti, per la prima volta si affaccia a questa categoria ma dal punto di vista atletico non ha niente da invidiare ai giocatori più esperti e navigati. I suoi fondamentali migliori sono l’attacco e la battuta, agevolati da un’ottima elevazione e potenza fisica. Rispetto alle passate stagioni in cui era la “stella” della squadra in Serie C, ora parte con l’ambizione di mettere in difficoltà coach Levoni in allenamento e in partita ma senza la sicurezza di un posto da titolare. Dovrà guadagnarselo però sono sicuro che un ragazzo grintoso e voglioso di migliorarsi come lui sarà un’arma preziosa per noi”. E Ferraguti si ritiene maturo per tentare il grande salto.
“Conoscevo già il ds Grossi fin da quando era a Campegine, mi ha sempre considerato un giocatore in grado di poter arrivare in categoria superiore. Mi aveva cercato più volte in passato ma per motivi di studio e, soprattutto, sotto l’aspetto tecnico non mi sentivo ancora pronto. Vorrei ringraziare il tecnico dell’Audax, Zanichelli, che mi ha fatto crescere tecnicamente anche se so che devo imparare molto”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Volley