Entra in contatto:

Volley

Wimore Parma, l’esordio di Zecca: «Serie A3 sogno che si avvera»

Wimore Parma, l’esordio di Zecca: «Serie A3 sogno che si avvera»

Quella di domenica scorsa al PalaRaschi è stata una giornata speciale, in particolar modo, per il libero della WiMORE Parma, Alessandro Zecca, che ha esordito nel campionato nazionale di Serie A3 Credem Banca subentrando nel finale del secondo set a Cereda in occasione della partita casalinga vinta per 3-0 contro TMB Monselice.

Una grande soddisfazione per il prodotto del vivaio  gialloblù, classe 2004 e non ancora maggiorenne (compirà 18 anni il prossimo 11 dicembre), che  nelle ultime due stagioni aveva già debuttato in B e prima ancora fece tutta la trafila delle giovanili  anche in altri ruoli fino a diventare libero in Under 16 sotto la guida di Alberto Raho e Matteo MeliZecca, che sta frequentando il quinto anno al Liceo Scientifico “Marconi” di Parma, racconta le sue  sensazioni mentre si prepara, assieme al resto della squadra, alla trasferta in terra umbra nella tana  di ErmGroup San Giustino. E’ stata una bellissima esperienza, unica nel suo genere, ricca di  emozioni. Per me giocare in Serie A è un sogno che si avvera, sono molto felice per me e per la  squadra che è tornata alla vittoria non scontata viste le precedenti due uscite negative. Però siamo  riusciti a esprimere il nostro gioco nel migliore dei modi”

Cos’ha fatto la differenza di fronte a Monselice?
“Siamo partiti molto aggressivi e concentrati fin dal primo set che era uno degli aspetti che ci stava  mancando nelle prime giornate. Siamo stati bravi ad andare subito sopra e anche a mantenere il  risultato a nostro favore per tutta la durata del match”. 

Quanto ti senti cresciuto quest’anno?
“Sto imparando tanto se non tantissimo da tutti i giocatori, colgo l’occasione per ringraziarli per i consigli che mi danno ogni giorno su tutti i fondamentali e sulle situazioni di gioco”. 

Quali sono gli obiettivi di squadra e personali?
“Gli obiettivi di squadra sono, di sicuro, la salvezza e, in secondo luogo, creare un gruppo unito che  possa anche affrontare le situazioni più difficili. Personalmente il mio obiettivo principale è di  migliorare e crescere ogni giorno in palestra, quello secondario di esordire in Serie A è stato fatto  quindi ora si punta al primario”.  

Come giudichi la partita di San Giustino?
“E’ una trasferta molto impegnativa, anche questa da non sottovalutare come nessuna partita, però  sono sicuro che daremo il meglio di noi fino alla fine a cominciare dagli allenamenti”. 

 

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Volley

© RIPRODUZIONE RISERVATA